Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Una su ‘mille’ ce la fa: la tartaruga Lenny salvata da un’operazione è tornata in mare

Ritrovata spiaggiata e gravemente ferita a febbraio, la tartaruga Caretta Caretta è stata sottoposta a un intervento chirurgico al Centro Recupero di Pescara e ieri, dopo mesi di convalescenza, è tornata in mare

La tartaruga marina Lenny ha ripreso la sua ‘strada’, il mare. L’esemplare di Caretta Caretta, ferita gravemente da un grosso amo da palangaro che le si era conficcato nell’esofago (era fine febbraio), dopo l’operazione e alcuni mesi di convalescenza finalmente è guarito ed è tornato al suo habitat naturale.

tartaruga torna in mare

Ieri, 8 ottobre, la Guardia Costiera l’ha portata al largo a Montenero e le ha restituito la sua libertà. Una storia che aveva commosso mezzo Molise e che ieri ha avuto il suo lieto fine.

La sua è una specie fortemente minacciata e a rischio di estinzione e ciò rende ancora più gioiosa la storia di Lenny. La tartaruga in questione era stata trovata sulle spiagge di Termoli lo scorso 24 febbraio, ferita in maniera grave. Dalle indagini radiologiche era emersa la presenza di un grosso amo da palangaro infisso nell’esofago del povero animale.

Si era reso necessario dunque il trasferimento nel Centro Recupero e Riabilitazione Tartarughe Marine “Luigi Cagnolaro” di Pescara. La Caretta Caretta era stata stabilizzata e, a fine marzo, era stata operata per rimuovere l’amo.

È stata la Capitaneria di Porto di Termoli, in collaborazione con il Centro Studi Cetacei Onlus di Pescara e il servizio veterinario regionale (Asrem e Izsam) a liberare la tartaruga nelle acque di Montenero marina. Prima del rilascio, al porto turistico si è tenuta una ‘lezione’ speciale con gli alunni dell’istituto Omnicomprensivo “Vincenzo Cuoco” di Petacciato.

studenti e massaro capitaneria

Una cerimonia simbolica e dal forte valore ambientale. Il Comandante Francesco Massaro ha incontrato gli studenti e ha parlato loro in particolare di due progetti volti alla tutela dell’ecosistema marino, fortemente minacciato per mano dell’uomo. Il primo è ‘PlasticFree’ ed è orientato a ridurre fortemente l’utilizzo della plastica che poi finisce nei nostri mari mentre il secondo è ‘Tethis’ ed è relativo al sistema di segnalazione ed avvistamento cetacei.

Una giornata davvero significativa, una storia che finisce per il meglio a fronte di tante, troppe che un lieto fine non lo hanno.