Super Vastogirardi, unica imbattuta del girone F. Farina: “Vince il gruppo”

La matricola terribile ha battuto domenica il Porto Sant’Elpidio portandosi al terzo posto in classifica: un risultato che supera le più rosee aspettative. Kyeremateng (su rigore) e Lepore in gol dopo aver costruito diverse occasioni nitide. Il tecnico: “Soddisfatto per i primi settanta minuti, meno per gli ultimi venti. L’obiettivo è raggiungere quota 40 il prima possibile, poi si vedrà”.

Dieci punti in classifica, zero sconfitte e piena zona playoff con terzo posto annesso. Una partenza migliore il Vastogirardi proprio non poteva aspettarsela, visto che è l’unica nel girone F a non aver ancora perso. Quella altomolisana è già stata ribattezzata la matricola terribile, in grado di mettere in imbarazzo squadre più quotate segnando anche tanti gol (dodici in sei giornate per la precisione). Il 2-0 di domenica scorsa contro l’Atletico Porto Sant’Elpidio ha certificato il dominio gialloblù durato praticamente per gli interi novanta minuti in cui sono state create tante altre occasioni oltre a realizzare le due reti di Kyeremateng su rigore e di Lepore di testa.

Vastogirardi-Porto Sant'Elpidio

 

Il direttore d’orchestra, Francesco Farina, ha plasmato un gruppo forte, compatto, ricco di qualità oltre che di prestanza fisica. Attacco spumeggiante, difesa rocciosa e spirito sempre combattivo. Lo dimostrano le rimonte messe in atto in questi primi incontri. Non bisogna dimenticare che il Vastogirardi è l’unica formazione ad aver battuto finora il Notaresco, primo in classifica con la Recanatese, con un roboante 5-3. E se in qualche occasione la dea bendata avesse baciato Fazio e compagni staremmo a parlare di risultati ancora più positivi. Ma va bene così.

 

Il tecnico fa i complimenti ai suoi ma non abbassa la guardia neanche di un centimetro: “Dico la verità, sono soddisfattissimo per i primi settanta minuti di gioco, non lo sono per gli ultimi 20. C’era magari paura di vincere, dopo i quattro pareggi consecutivi. Ma era tanta la voglia di portare a casa il risultato senza rischiare niente. Approfitto per fare un plauso al fisioterapista Perna che ha recuperato Pettrone e Varsi, oltre che a tutti i miei collaboratori. Obiettivi? La salvezza, che penso sia a quota 40 punti. Poi si vedrà”.

 

Sull’avversaria marchigiana Farina spende parole di elogio, che aumentano il valore di quanto fatto: “Abbiamo fatto una buona partita come capita spesso in questo inizio di campionato. Affrontavamo una squadra importante che si è schierata con un 4-3-1-2 pericoloso ma con la difesa a tre li abbiamo limitati. Cerchiamo sempre di giocare al calcio, è andata meglio delle altre volte ma le occasioni sono sempre tante, oltre ai due pali”.