Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Stazione treni, tramonta l’idea di portarla lontano dal centro: Rfi dice no

I vertici delle Ferrovie avrebbero bocciato la proposta avanzata dai sindaci di Termoli e Campomarino di delocalizzare lo scalo ferroviario a Pantano Basso. Dopo il dissenso di gran parte della popolazione, anche Rfi dice no. Ma ora si pone il problema dei pannelli anti-rumore, che nessuno vuole. Intanto giovedì il centrosinistra dovrebbe fare "importanti" comunicazioni sull'argomento.

Un incontro a Roma, nella sede del ministero delle Infrastrutture di Paola De Micheli, che si sarebbe chiuso con una “fumata nera“. I tecnici di Ferrovie Italiane hanno detto no alla proposta dei sindaci di Termoli e Campomarino, sostenuti dalla Regione Molise, di delocalizzare la stazione di piazza Garibaldi realizzandone una nuova a Pantano Basso (definito un “deserto”) per risolvere il problema dei pannelli anti-rumore. Pannelli che diventano necessari nel progetto di raddoppio ferroviario Termoli-Lesina, ma che nessuno vuole, a cominciare dal comitato Cittadini in rete nato appositamente per contrastare il progetto.

E’ lo stesso sindaco Francesco Roberti, di ritorno dalla Capitale insieme con il vice Enzo Ferrazzano, a comunicare – anche se in maniera ufficiosa – che l’esito del confronto romano non ha portato gli esiti sperati. “Rfi vuole proseguire con gli accordi precedentemente presi. Noi abbiamo dato parere negativo, ma ci rivedremo presto in Molise”. 

Il riferimento è alla volontà di Rfi di posizionare dei pannelli fonoassorbenti lungo il tracciato del centro urbano, per attutire il rumore dei convogli in transito e in arrivo, soprattutto quando verrà realizzato il radoppio nei chilometri tra Termoli e Lesina, dove come è noto c’è un unico binario che crea un “imbuto” problematico per l’intera dorsale adriatica.

Proprio giovedì 10 ottobre in mattinata, in Municipio, la minoranza di centrosinistra che fino a qualche mese fa governava Termoli farà comunicazioni annunciate come “importanti” in merito a una questione particolarmente sentita dalla popolazione e dai cittadini dell’hinterland che usufruiscono della stazione di Termoli. E’ probabile che si torni a parlare della ipotesi di copertura dei binari, un progetto sempre caldeggiato dall’ex sindaco Angelo Sbrocca. L’attuale primo cittadino Roberti fa sapere fin da ora che risponderà a stretto giro alle alle dichiarazioni dei dem.