Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Si rompe l’autobus scolastico, studenti a piedi sulla statale fra i camion che sfrecciano

Nuovo guasto di un mezzo Atm sulla tratta Termoli-Campomarino. Alcuni alunni sono scesi incamminandosi lungo la SS 16 prima di essere recuperati dai genitori

Un altro autobus che si ferma, un’altra vicenda che poteva finire molto peggio. Stamattina 7 ottobre alcuni studenti di Campomarino si sono incamminati a piedi sulla statale 16 nella zona del Lido dopo che il mezzo Atm si era fermato per un probabile guasto meccanico all’altezza del distributore di carburanti Total Erg.

È accaduto durante il viaggio di ritorno, quello all’uscita da scuola, con il mezzo che parte dal Terminal Autobus di Termoli alle 13,05. Il pullman stava percorrendo la statale 16, quando nei pressi dell’area di sosta il motore si è spento. L’autista ha accostato e all’inizio ha provato a capire cosa non andava.

Quindi ha chiamato la ditta per poter avere un mezzo sostitutivo. Ma i minuti sono trascorsi senza novità e davanti alla richiesta degli alunni, circa 40 o 50 ragazzi, di poter scendere dal mezzo, l’autista avrebbe opposto inizialmente un rifiuto, secondo alcune testimonianze. Quindi sarebbe sceso per aprire il vano motore e dare un’occhiata, ma nel frattempo i ragazzi, tutti adolescenti, avrebbero decidere di scendere dal mezzo.

“A quel punto qualcuno ha chiamato i propri genitori aspettando nell’area del distributore, mentre altri si sono avviati verso il paese a piedi” il racconto di un genitore. “Mia figlia era fra loro. Hanno camminato in fila indiana, poi si sono fermati all’altezza della piazzola di Caringella Auto (poche centinaia di metri più a sud, ndr), dove mia moglie è arrivata a prenderla”.

Allo stesso modo anche altri genitori sono saliti in auto per andare a riprendere i ragazzi. Una decina in tutto quelli che hanno percorso la statale sul ciglio della strada, fra auto e camion che sfrecciavano e quindi con un reale pericoloso e rischi enormi per la sicurezza.

Statale 16 Campomarino

Paghiamo un servizio scarso, oltretutto dal costo aumentato per il 40 per cento” si sfoga un genitore. “Magari questo non è colpa dell’Atm, però almeno dovrebbe offrirci un servizio decente”. E invece i ragazzi corrono pericoli enormi anche solo per tornare a casa.