Segnali luminosi in prossimità delle strisce pedonali sulla strada degli ‘investimenti’

Una strada troppo spesso teatro di incidenti e investimenti, via Martiri della Resistenza a Termoli. Lì, attraversando la strada, aveva tragicamente perso la vita – lo scorso gennaio – Donato Rubortone, un signore di 82 anni che fu investito da un’auto.

Da poco hanno fatto la loro comparsa su un lato della strada, posizionati sopra il cartello di attraversamento pedonale e dunque delle strisce zebrate, dei segnali luminosi a led ad intermittenza che ‘avvertono’ gli automobilisti – troppo spesso distratti e che corrono su quella strada – della presenza dell’attraversamento pedonale.

segnali luminosi strisce via martiri resistenza

Sono stati posizionati in due punti della strada, ognuno a poche centinaia di metri dall’altra, precisamente in corrispondenza dei due ingressi al centro commerciale Lo Scrigno. Gli attraversamenti dei pedoni lì sono oltremodo frequenti, appunto per la presenza del supermercato, ma gli automobilisti paiono dimenticarselo.

E gli investimenti su quella strada si susseguono senza soluzione di continuità e, come detto, a volte con esiti fatali. Quella strada fu messa sotto accusa anche per la scarsa visibilità, dopo che tramonta il sole. Ma ora si spera che i segnali luminosi – due palline color arancio a mo’ di semaforo che continuamente si spengono e riaccendono – potranno dare una sicurezza in più e prevenire gli incidenti in cui, ad avere la peggio, sono le persone a piedi.

Impossibile infatti, percorrendo la strada, non notarli, di giorno e a maggior ragione di notte. Gli automobilisti non hanno più scuse.