Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Scomparso da tre giorni, si sospetta abbia preso un treno. Ma le telecamere non funzionano

Di Salvatore Macolino, 57enne di Santa Croce di Magliano e scomparso da sabato scorso, non si sa ancora nulla. Il sospetto è che si sia allontanato volontariamente e abbia preso un treno. La sua foto è stata segnalata anche nelle città limitrofe fuori regione. Ma a Termoli, dove l’uomo è stato visto l’ultima volta, i Carabinieri non hanno potuto acquisire le immagini di videosorveglianza perché né in Stazione né altrove in città queste funzionano.

Salvatore Macolino, scomparso sabato scorso da Santa Croce di Magliano, non è stato ancora ritrovato ma il sospetto è che si sia allontanato spontaneamente, prendendo un treno. La prova sarebbero le immagini della videosorveglianza della Stazione di Termoli, il posto dove tra l’altro l’uomo sarebbe stato visto domenica per l’ultima volta, ma non è possibile. Semplicemente perché questa non funziona.

Dell’uomo, 57enne originario e residente a Santa Croce di Magliano, si sa che è taciturno, solitario (vive da solo e non con la sorella come inizialmente era emerso), ma in perfetta salute sia mentale che fisica. Le Forze dell’Ordine e i Vigili del Fuoco – che si stanno occupando del suo caso – su questo non hanno dubbi. Tanto che il protocollo attivato dalla Prefettura di Campobasso è meno rigido di quello che solitamente si utilizza per le persone scomparse. 

L’ipotesi più plausibile è che Salvatore abbia deciso di allontanarsi – sua facoltà peraltro – ma non ci sono le condizioni per temere il peggio. Di lui si sa che ha lasciato il cellulare a casa – che per giunta utilizzava di rado – e che aveva con sé dei contanti. La speranza dei familiari è che finiti questi Salvatore torni a casa.

È stato visto, riconosciuto e salutato da un compaesano di Santa Croce domenica 13 ottobre al centro commerciale Lo Scrigno, e altri testimoniano di averlo visto in altri luoghi a Termoli. Ma anche qui le telecamere di videosorveglianza non possono essere d’aiuto perché non funzionano. Come alla stazione, anche al porto e al borgo vecchio. E pensare che il ‘famoso’ Patto per la sicurezza aveva assicurato anche a Termoli questi strumenti. Che però non hanno alcuna utilità in questo modo.

La ricerca di Carabinieri e Vigili del Fuoco prosegue proprio perché la famiglia di Salvatore l’ha richiesta. La sua foto è stata segnalata anche nelle città limitrofe di fuori regione. Sperando che lì ci siano ‘occhi’ per vederlo.