Ordina pezzo di ricambio sul web ma venditore sparisce coi 1500 euro: scoperto truffatore seriale

Ha ordinato un pezzo di ricambio di un furgone su un sito web, ma dopo aver versato il denaro su una Poste Pay, il venditore è sparito. Vittima un cittadino campobassano che si è rivolto alla Polizia Postale.

La sua è una disavventura ormai sempre più comune a molti che cercano di fare acquisti tramite Internet. In particolare, dovendo comprare un pezzo di ricambio per un furgone, aveva visionato il modello di interesse su un sito web, perfezionando l’acquisto dopo aver versato 1500 euro sulla Carta Postepay indicata dal venditore. Ma non ha mai ricevuto l’oggetto acquistato e il venditore è scomparso nel nulla.

La Polizia di Stato che ha attivato immediate indagini e scoperto che dietro l’annuncio truffaldino si celava in realtà un ventenne dell’hinterland campano, con diversi precedenti per truffe on-line, realizzate con lo stesso metodo criminale.

Gli uomini del Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni per il Molise sono riusciti a risalire al malfattore, il quale aveva fatto perdere le proprie tracce credendo di farla franca. Ma una volta rintracciato è stato denunciato per il reato di truffa.

La Polizia Postale e delle Comunicazioni ricorda ai cittadini di “prestare particolare cautela agli annunci di vendita online per  evitare spiacevoli sorprese e di verificare sempre l’attendibilità del sito (prediligendo siti relativi a ditte specializzate o comunque conosciute sul mercato) assicurandosi preventivamente della reale esistenza della ditta fornitrice e diffidando delle proposte commerciali che richiedono di versare per intero la somma dell’acquisto anziché una caparra (che non sia comunque superiore al 20% della somma totale)”.