Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Lupi-tifosi, duro confronto. Cudini per ora resta, contatti con Torrente

Nella serata di ieri, 13 ottobre, una trentina di sostenitori ha atteso allo stadio il ritorno del pullman della squadra. Il faccia a faccia è stato schietto, molti hanno chiesto al tecnico di rassegnare le dimissioni annunciando che domenica prossima potrebbero disertare lo stadio. Cudini ha assicurato che nello spogliatoio si cambierà rotta. Sul fronte allenatore si va verso una fiducia a tempo per l’ex Notaresco. Ma sullo sfondo avanza la candidatura del mister che portò il Gubbio in serie B. Situazione in forte evoluzione.

Oltre un’ora di confronto, a tratti anche a muso duro. Ieri sera, 13 ottobre, una trentina di tifosi rossoblù ha atteso il ritorno del pullman del Campobasso allo stadio dopo la deludente trasferta di Monte San Giusto. La sconfitta di Porto Sant’Elpidio ha mandato su tutte le furie i sostenitori al seguito, più di qualcuno ha lasciato lo stadio marchigiano a un quarto d’ora dalla fine. E in serata alcuni hanno voluto far sentire la propria voce con un faccia a faccia franco e sincero.

Momenti di tensione verbale quando si è formato un capannello attorno a Mirko Cudini. Diversi tifosi hanno chiesto, senza giri di parole, le dimissioni a lui e al direttore sportivo De Angelis, che hanno costruito la squadra. La risposta è stata chiara: si vuole andare avanti senza fare passi indietro perché si è convinti della bontà del lavoro svolto e delle scelte fatte, pur ammettendo errori lampanti. Ma lo stesso Cudini ha garantito che si cambierà rotta nello spogliatoio.

Non sono stati risparmiati molti calciatori, accusati di scarso attaccamento alla maglia e di comportamenti non sempre professionali. La squadra si è difesa, affermando di non essere in grado di dare una risposta esaustiva sul motivo degli scarsi risultati ottenuti. Alla fine la delusione era la stessa e così alcuni supporters hanno annunciato che domenica diserteranno gli spalti di Selvapiana.

Una situazione, dunque, molto delicata. Il Campobasso ha collezionato la terza sconfitta in sette partite e si ritrova a dieci punti dalle battistrada Recanatese e Notaresco. Troppi, non ci sono scuse che tengano. Per questo, la società sta valutando molto attentamente la posizione dell’allenatore al quale potrebbe essere data un’altra possibilità contro il Montegiorgio. Ma intanto si fa sempre più insistente la voce del possibile arrivo nel capoluogo di Vincenzo Torrente, ex mister della Sicula Leonzio nella passata stagione e soprattutto artefice, dieci anni fa, del miracolo Gubbio che portò in serie B dopo un doppio salto. Poi Bari, Salernitana, Cremonese e Vicenza. E l’esperienza in Sicilia in serie C. Da giocatore colonna difensiva del Genoa.

 

I risultati della 7^ giornata – Girone F

Atl. Porto Sant’Elpidio – Campobasso 2-1

Cattolica San Marino – Real Giulianova 2-3

Matelica – Sangiustese 0-1

Montegiorgio – Chieti 1-1

Olympia Agnonese – Atl. Terme Fiuggi 2-1

Pineto – Jesina 2-0

Recanatese – Avezzano 1-0

Tolentino – San Nicolò Notaresco 0-1

Vastese – Vastogirardi 2-3

 

La classifica

San Nicolò Notaresco 18, Recanatese 18, Vastogirardi 13, Atl. Porto Sant’Elpidio 13, Pineto 11, Montegiorgio 11, Vastese 10, Chieti 10, Matelica 9, Olympia Agnonese 9, Real Giulianova 9, Sangiustese 8, Campobasso 8, Tolentino 7, Avezzano 7, Atl. Terme Fiuggi 5, Jesina 2, Cattolica San Marino 2