L’Airino riparte con una formazione di giovani, Coppola allenatore della prima squadra

L’Airino Basket Termoli sarà al via del prossimo campionato di serie C Silver anche quest’anno, ma con una squadra rivoluzionata e piena di giovani del proprio vivaio, anche perché molti dei giocatori esperti hanno accettato di passare al nuovo club termolese, la Air Basket Termoli.

Domenica 6 ottobre alle 18 scenderà sul parquet del PalaSabetta contro la Polisportiva Olimpia Mosciano per la prima partita della stagione agonistica 2019/2020 del campionato C Silver. Una stagione di ridefinizione degli obiettivi dopo annate che hanno visto il club gialloblu ai vertici della classifica e protagonista dai play off fino alle sfortunate sfide promozione.

In panchina torna un allenatore di esperienza e un volto storico della società, Salvatore Coppola, che in attesa di novità tecniche sul mercato inizierà la stagione facendo scendere in campo  i ragazzi under 18 del del vivaio gialloblu.

“Inizia una nuova fase: concretezza e responsabilità – afferma il Presidente Fernando Biondi -. Si è chiuso un ciclo. Ma la storia dell’Airino non si ferma. Ringrazio di cuore Pino e Massimo Di Lembo per quanto hanno dato alla nostra società in questi anni sia sul campo, sia in panchina e ringrazio tutti i giocatori che hanno fatto vivere ai nostri tifosi annate emozionanti”.

Biondi conferma che “ora però iniziamo necessariamente una fase nuova. La stagione che affrontiamo è un punto di inizio, come tanti ce ne sono stati nei nostri 35 anni di storia. L’impegno finanziario per mantenere i livelli delle scorse stagioni può essere garantito solo attraverso la presenza di sponsor importanti. Siamo in una fase di interlocuzione con diverse realtà del territorio, ma in modo consapevole iniziamo la stagione con le sole forze dei soci e degli amici della società. Per questo ho chiesto a Salvatore Coppola, che ringrazio per la sua costante abnegazione nei riguardi della società, di guidare il gruppo degli under 18 in prima squadra, in attesa che si possano concretizzare novità tecniche”.

Da parte del presidente qualche considerazione. “Per noi il basket resta un gioco e una passione. Soprattutto un modo per trasmettere valori ai nostri ragazzi. Il peso di giocare in prima squadra senza la presenza di giocatori esperti non dovrà essere un handicap. Ai nostri ragazzi chiediamo solo di mettere in campo quando finora imparato, consapevoli che potranno esserci giornate dure, ma anche momenti di speranza e soddisfazione. Sarà una stagione di concretezza e responsabilità e invito i nostri tifosi, quelli che da sempre tifano Airino, a continuare a sostenerci. Vi aspettiamo al palazzetto”.