La Fiera trasloca: le bancarelle dalla zona industriale al centro. Ipotesi ex Romagnoli fotogallery

Quella appena trascorsa è stata l’ultima domenica per la fiera nei pressi del centro commerciale Monforte: da novembre ci si trasferisce in città. Il motivo è spiegato dall’assessore al commercio, Paola Felice: “Vogliamo ridare slancio al centro cittadino, rivitalizzarlo. Questo è un evento che ha molti visitatori ma è troppo defilato a livello logistico”. Non ancora è stata definita l’area dove saranno allestite le oltre cento bancarelle: “Ci sono diverse ipotesi, tra le quali quella dell’ex Romagnoli che sarebbe la più facile da gestire anche in termini di traffico e mobilità. Ma stiamo effettuando diversi sopralluoghi, in settimana tutte le novità”.

Cambio di location per la Fiera di Campobasso. Dal mese di novembre lascerà la zona industriale, si trasloca in pieno centro. L’evento organizzato da Confesercenti si svolge ogni ultima domenica del mese e la data del prossimo è già stabilita: 24 novembre. I tanti visitatori vireranno verso il centro, anche se l’area non è ancora stata decisa. Tra le ipotesi papabili c’è sicuramente l’ex Romagnoli (area che già accoglie le bancarelle a Corpus Domini, ndr), ma non è escluso che le bancarelle possano essere trasferite tra piazza Pepe e il Corso, anche se in questo caso bisognerebbe fare un piano traffico più articolato.

A spiegarlo è l’assessore comunale al commercio, Paola Felice: “L’allestimento non è ancora definito, non sappiamo ancora quale sarà l’area interessata. Bisogna capire quali aree coinvolgere, dovremo fare delle sperimentazioni. Ci stiamo lavorando, cercando di creare meno disguidi possibile in termini di traffico. D’altronde, si parla di non meno di cento bancarelle, a volte si arriva a 120. Diciamo che quella dell’ex Romagnoli sarebbe la più facile da gestire, è una possibilità. Ma stiamo effettuando diversi sopralluoghi al centro della città. Immagino che la settimana prossima potremo sciogliere le riserve”.

Alla base della decisione sicuramente la volontà, mai nascosta da parte dell’attuale amministrazione comunale, di ridare slancio al centro cittadino, considerando la presenza nella zona industriale di due centri commerciali e che ci si avvia ad ospitare da qui a qualche mese anche il terzo. “La motivazione l’abbiamo ampiamente detta, vogliamo rivitalizzare il centro città e questo può essere l’evento giusto per farlo, considerando i tanti visitatori. Il tutto è fatto in accordo con i commercianti”.

Un esperimento che potrebbe dare effettivamente un nuovo impulso al cuore del capoluogo. Tra negozi chiusi, attività che cessano la propria esistenza per mancanza di materia prima (i clienti, ndr), un Corso sempre più deserto, vale la pena tentare la strada tracciata. Anche perché i commercianti ma la anche gente comune chiedono più eventi al centro, come riscontrato nel nostro sondaggio pubblicato qualche settimana fa. Ben venga allora una fiera che dia un volto nuovo, una volta al mese, a un centro troppo dimenticato negli ultimi anni.

FdS