Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Infiltrazioni d’acqua all’Incubatore delle imprese: 45mila euro per rifare il tetto foto

Sono partiti i lavori per il rifacimento e la messa in sicurezza di una parte del tetto dell'edificio di via Monsignor Bologna a Campobasso, di proprietà del Comune che ha stanziato i finanziamenti e importante punto di riferimento per l'economia regionale. Lo stabile ospita l'agenzia 'Gal Molise verso il 2000', oltre ad altre piccole imprese e associazioni.

Le infiltrazioni d’acqua hanno reso urgenti l’intervento per il rifacimento e la messa in sicurezza di una parte del tetto dell’edificio di via Monsignor Bologna che a Campobasso conoscono tutti come l’Incubatore delle imprese. Operai al lavoro in questi giorni, dopo il finanziamento del Comune che ha stanziato 45.000 euro per la ristrutturazione dell’immobile di proprietà dello stesso ente di Palazzo San Giorgio e che è un punto di riferimento per l’economia regionale.

L’Incubatore attualmente ospita l’associazione ‘Gal Molise verso il 2000’, oltre ad una serie di piccole e medie imprese, associazioni e anche la redazione di Primonumero, oltre che la caffetteria Morelia.

L’edificio, che ha anche un valore storico e un tempo era adibito a caserma dei vigili del fuoco, era stato già interessato da infiltrazioni di acqua piovana e una parte dello stabile era già stato interessato dai lavori di rifacimento e messa in sicurezza della stessa copertura.

Tuttavia “le infiltrazioni si sono diffuse nel tempo”, come si legge nella determina dirigenziale dello scorso 3 ottobre e hanno riguardato anche la porzione di copertura non interessata dal primo intervento di manutenzione. “Occorre pertanto procedere in tempi brevi e comunque prima dell’inizio della stagione invernale al rifacimento e alla messa in sicurezza della restante porzione di copertura”.

L’urgenza dell’intervento ha giustificato l’affidamento diretto deciso dal Comune di Campobasso che ha affidato i lavori alla ditta Iacobucci Giovanni srl.

“L’intervento previsto – si legge ancora nella determina – prevede il rifacimento parziale di 370 metri quadri circa della copertura dell’edificio di via Monsignor Bologna e comprende lo smantellamento delle tegole esistenti, il loro trasporto e i relativi oneri per la discarica, la rimozione delle grondaie, la posa in opera della guaina di bitume, l’acquisto e la posa in opera di nuove gronde, il rifacimento degli intonaci interni ammalorati, oltre al ripristino del copriferro degradato lungo la falda del cortile interno e il ripristino della funzionalità del sistema di smaltimento delle acque piovane”.

Lavori che dunque miglioreranno le condizioni di sicurezza dell’immobile. Sarebbe auspicabile che, dopo l’intervento di ristrutturazione, si provvedesse anche ad una seria opera di bonifica dagli insetti che continuano ad infestare l’Incubatore.