Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Il brodetto di Nicolino fa innamorare lo chef dei vip: Renato Carati conquistato al primo assaggio

Seppie, calamari, cicale, sogliole, merluzzi, triglie, gallinella, razza, scampi, cozze e vongole: ingredienti apparentemente semplici, di facile reperimento che, sapientemente mescolati assieme a pomodori pelati, olio extravergine di oliva, aglio, prezzemolo, peperone ed una puntina di peperoncino riescono a creare un piatto dal gusto deciso, con un apporto energico eccezionale, capace di risvegliare i sapori della cucina di un tempo, fatta di elementi poveri ma gustosi.

U’ bredette, in italiano il brodetto, è una ricetta tipica termolese ormai famosa in tutto il mondo: quello servito nel ristorante ‘Da Nicolino’ di via Roma tiene alta la bandiera della città, diventando punto di riferimento per i residenti ed i tanti turisti che annualmente visitano la cittadina adriatica. Tra gli ultimi estimatori di questa gustosa pietanza c’è anche lo chef dei vip Renato Carati, ambasciatore della gastronomia italiana in Belgio e in Francia.

Proprio ieri, domenica 20 ottobre, chef Carati ha visitato Termoli e, dopo essersi soffermato ad ammirare la bellezza di questa ridente cittadina a strapiombo sul mare, ha pranzato nel ristorante ‘Da Nicolino’: uno tra i piatti che meglio rappresentano la cucina marinara termolese ha conquistato lo chef fin dal primissimo assaggio.

Renato Carati, di origini pugliesi, è uno chef naturalizzato belga che dal 1977 è titolare del ristorante di cucina italiana ‘La Table des Matières’ di Mons in Belgio. Nell’ambiente della ristorazione europea, Carati è noto anche come ‘chef dei Vip’, nel suo locale, infatti, è possibile incontrare persone note del Belgio e soprattutto uomini di cultura e business men di tutta Europa.