Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Fuorigioco segnalato su fallo laterale, sospeso l’arbitro di Campobasso-Matelica

Si prevede uno stop di almeno un mese per l’arbitro Russo di Torre Annunziata e per gli assistenti Brunozzi di Foligno e Barcherini di Terni, “ripresi” a fine gara anche dai commissari di campo. Oltre all’erroraccio dell’offside sul fallo laterale, sotto la lente i rigori non assegnati per evidenti falli di mano in area marchigiana. Ultimissime dall’allenamento: Menna, Dalmazzi e Musetti hanno recuperato. Piccolo problema al fianco per Alessandro: domani rientra a pieno regime.

Due rigori non assegnati nonostante falli di mano evidenti, gestione della partita Campobasso-Matelica alquanto discutibile. E quell’errore marchiano commesso dall’assistente che ha segnalato il fuorigioco su una rimessa laterale: l’arbitro gli è andato dietro, dando punizione ai marchigiani per poi tornare sui propri passi grazie all’intervento dell’altro assistente. Il regolamento parla chiaro a riguardo: sul fallo laterale non esiste l’offside. Per tutti questi motivi, la terna arbitrale che ha diretto domenica scorsa il match di Selvapiana è stata sospesa per almeno un mese. Una decisione forte ma per certi versi attesa, considerando la presenza dei commissari di campo Figc e vista la presa di posizione della società rossoblù già nei minuti successivi al triplice fischio.

 

Chi era presente all’interno dello stadio ha udito abbastanza nitidamente le parole dure pronunciate proprio dai commissari verso arbitro e primo assistente, signori Marco Russo di Torre Annunziata ed Elia Brunozzi di Foligno. Il secondo assistente era invece Andrea Barcherini di Terni. In sintesi, il discorso fatto ai tesserati Aia è stato il seguente: partite così importanti, in stadi così importanti, non possono essere rovinate da errori così lampanti. E il riferimento specifico è andato proprio all’erroraccio commesso sul fuorigioco inesistente segnalato al Campobasso su una rimessa laterale. Da lì, proprio a detta dei commissari, si sono susseguiti ulteriori sbagli. Per questo, si è deciso di sospendere la terna che comunque è stata invitata a ricaricare le batterie in vista di prestazioni più “fortunate”.

 

Le proteste dei Lupi sul campo, lo ricordiamo, non sono valse a niente. Ma le immagini parlano chiaro, soprattutto sul primo rigore non assegnato: sul cross di Alessandro il braccio di Visconti che tocca la palla è staccato dal corpo, dunque rigore sacrosanto. Ma non per Russo, poco assistito in questo caso anche da Barcherini. Nella ripresa, oltre all’ormai famoso fuorigioco fantasma, altre lamentele giustificate per uno stop poco ortodosso in piena area di rigore che ha visto protagonista Busi del Matelica, che sembra toccare di nuovo la palla con le mani. Neanche qui è stato ravvisato il penalty. E poi una condotta di gara generale che ha scontentato tutti.

 

MUSETTI, MENNA E DALMAZZI RECUPERATI. La squadra ha ripreso gli allenamenti all’antistadio “Toti-Rauso”. Tutti presenti, compresi gli acciaccati Musetti e Menna che sono rientrati in gruppo a tutti gli effetti. Sta meglio anche Dalmazzi, costretto a uscire a una decina di minuti dalla fine domenica scorsa per una botta. Ha lasciato la seduta anzitempo, invece, Danilo Alessandro, che sentiva ancora dolore per un colpo nel fianco ricevuto durante l’ultimo match.