Quantcast

Fontanelle per l’acqua, giochi virtuali a scuola, appello ai cittadini: parte la crociata anti plastica

Il Comune di Termoli aderisce alla ‘Plastic Free Challenge’, la sfida per ridurre o eliminare la plastica, a cominciare da quella monouso. Previste iniziative per le scuole e per le attività. “Aiutateci a rendere questa città un giardino”

Parte la sfida, si chiama ‘Plastic Free Challenge’. Il Comune aderisce alla campagna già partita in tutta Italia per ridurre la plastica, eliminando da subito quella monouso che per altro verrà bandita per volere dell’Unione Europea dal 2021.

plastica in mare

La sfida è stata raccolta dal Comune che ha iniziato dai giorni scorsi a eliminare bottiglie e bicchieri. “Ognuno ha il suo bicchiere di vetro” ha fatto sapere Rita Colaci, assessore all’Ambiente, nella conferenza stampa di mercoledì 2 ottobre insieme con la collega Silvana Ciciola, assessore alla Pubblica Istruzione, al Dirigente all’Ambiente Silvestro Belpulsi e a Ivana Cappella della Rieco Sud.

“Abbiamo sposato questa sfida – ha dichiarato la Colaci -. La Ue ha lanciato la direttiva per abolire i sacchetti di plastica, adesso invece contro i prodotti monouso che inquinano l’ambiente e il mare. Sappiamo che nei nostri mari ci sono percentuali di rifiuti simili a quelle dell’Oceano Pacifico”.

Da qui la necessità di agire. “Inviteremo tutte le strutture del territorio a eliminare i prodotti di plastica monouso per sostituirli con quelli riciclabili o biodegradabili”.

Previsti incontri con le attività commerciali, cui verrà distribuito una sorta di decalogo su cosa fare per ridurre i rifiuti. “Serve per migliorare l’ambiente e abbattere i costi di quello che va in discarica”. Un appello da parte della Colaci ai cittadini. “Devono collaborare di più. Il centro di raccolta funziona benissimo, però continuiamo a trovare discariche. Aiutateci a rendere questa città un giardino”.

Conferenza anti plastica

Con l’assessora Ciciola si è parlato di cosa si può e si deve fare nelle scuole. “Abbiamo iniziato con le mense, insieme alla ditta dobbiamo trovare il modo di eliminare la plastica. In via Stati Uniti la dirigente vorrebbe prendere delle mini borracce per tutti gli alunni, stiamo cercando il modo di contribuire”. A proposito di borracce, l’invito è quello di usare quelle in alluminio per togliere le bottiglie. Ma servono anche punti di approvvigionamento. “Sta per arrivare l’acqua del Matese, è questione di giorni – ha assicurato l’assessora Colaci -. Posizioneremo delle fontanelle in città”.

“Occorre abituare i cittadini a cambiare e coinvolgere tutti partendo dai bambini, poi gli adulti, e i grandi centri commerciali” ha spiegato Belpulsi che a proposito di rifiuti ha garantito come “sono già attive 5 fototrappole e sono già scattate delle multe”. Sanzioni “da 150 a 400 euro” secondo la Colaci.

Conferenza anti plastica

Ivana Cappella ha rivelato che “nelle prossime settimane la Rieco Sud sarà nelle scuole per un progetto di grande successo. Si chiama ‘Waste travel 360°’, esperienza di realtà virtuale, con dispositivi come occhialoni 3D. I bambini seguiranno il ciclo vita del rifiuto, con una prima parte teorica al monitor e una seconda parte ludica in cui bambini seguiranno visivamente le fasi della trasformazione del rifiuto, come una bottiglia si trasforma una maglia in pile. È rivolto alle Quarte e Quinte delle primarie e la prima classe delle secondarie”.