È ufficiale: la Cattolica si chiama “Gemelli Molise Spa”, modifiche anche al contratto di lavoro

Dalla struttura precisano che si tratta di “un cambiamento nel segno della continuità. Un’evoluzione quasi naturale della Fondazione Giovanni Paolo II da sempre espressione del Policlinico romano"

Da domani, primo novembre, la  Fondazione di Ricerca e Cura “Giovanni Paolo II assume la denominazione di “Gemelli Molise SpA”.

“Un cambiamento nel segno della continuità – si legge in una nota dell’ufficio stampa che aggiunge – Un’evoluzione quasi naturale  della Fondazione Giovanni Paolo II  da sempre espressione del Policlinico Gemelli”.

Un percorso iniziato a luglio del 2018, quando la struttura promossa dall’Università Cattolica del Sacro Cuore  è stata integrata a tutti gli effetti nel perimetro di offerta clinico-assistenziale della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs.

“Questo ulteriore passo – spiegano dalla struttura – consente di migliorare, ancora di più, la qualità dei servizi offerti al territorio e conseguire importanti sinergie nella condivisione di percorsi comuni. Le buone pratiche cliniche, assistenziali e gestionali sviluppate dalla Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs diventano modelli per tutte le strutture ospedaliere collegate. Si rafforza, dunque, il network di relazioni e collaborazioni che vanno a beneficio di una platea sempre più estesa di territori e di comunità”.

Anche al personale al lavoro verrà applicato un nuovo contratto collettivo di lavoro sviluppato in linea con i principi ed i valori caratterizzanti della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs e con l’obiettivo di garantire equità, favorire il riconoscimento del merito e assicurare il rispetto delle norme di legge vigenti. “Elementi – conclude la nota – che sono centrali per sviluppare e valorizzare le risorse umane, perno essenziale per il funzionamento e lo sviluppo di una struttura ospedaliera che persegue l’eccellenza clinica, scientifica e di didattica”.