Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

E’ ai domiciliari ma se ne infischia ed esce a passeggio: 21enne torna in carcere

Lui è uno dei due ragazzi “terribili” che il a maggio scorso è stato arrestato dalla squadra mobile assieme al complice perché autori dei furti commessi nei garage, nelle cantine, nelle chiese e nelle abitazioni del capoluogo

Della misura cautelare a suo carico se n’è infischiato violandola continuamente e disattendendo puntualmente gli ammonimenti delle forze di polizia che lo richiamavano al rispetto della misura.

Nulla da fare, il ventunenne confinato agli arresti domiciliari perché presunto autore – assieme ad un coetaneo – dei furti che tra il 2018 e il 2019 sono stati portati a compimento in garage, abitazioni e chiese del capoluogo, ha spesso violato le disposizioni del giudice.

Così, piuttosto che farsi trovare a casa dalle forze di polizia chiamate a controllare il rispetto della misura cautelare a suo carico, era solito uscire per fare gli affari proprio.

Così, relazione dopo relazione, il gip ha deciso di inasprire la pena. E per il 21enne si sono riaperte le porte del carcere.
Gli agenti della squadra volante in collaborazione con gli uomini della squadra mobile hanno dunque eseguito la misura cautelare e il giovane è strato trasferito nel carcere di via Cavour.

Sempre la polizia a maggio scorso dopo un’accurata indagine aveva individuato i due ragazzi “terribili” responsabili dei tanti furti consumati in città ma dalla dinamica pressoché identica.