Direttore sanità: Sosto rifiuta, cercasi sostituto disperatamente. Ma la Regione è chiusa per ferie: tutti negli Usa

Dopo la rinuncia dell'ex direttore generale, la Giunta Toma dovrà nominare un sostituto: impossibile prorogare l'incarico ad Antonio Lucchetti. Probabile la nomina di un sostituto nella riunione in programma oggi pomeriggio a palazzo Vitale. Sarà presieduta dal vice presidente Vincenzo Cotugno: Toma e altri due assessori sono all'estero.

Nel giorno delle commemorazioni per la morte degli angeli di San Giuliano di Puglia, con l’incombente scadenza della nomina del nuovo direttore generale dell’Asrem, metà della Giunta regionale è assente. Non c’è bisogno di chiamare la trasmissione ‘Chi l’ha visto’. Il governatore Donato Toma è negli Stati Uniti, assieme all’assessore all’Agricoltura Nicola Cavaliere. E’ all’estero anche l’assessore ai Trasporti Vincenzo Niro.

Sono tutti in America: arrivati oggi, si tratterranno fino a  lunedì 4 novembre perchè la Regione Molise a Washington partecipa in qualità di ‘Regione d’Onore’ per l’Italia al 44esimo anniversario della fondazione Niaf (The National Italian American Foundation). In totale il viaggio e la rappresentanza oltreoceano costano (soldi dei contribuenti molisani) 133mila euro. (Qui la  determina NIAF) Il 40 per cento in più, per inciso, di quanto ha speso lo scorso anno la Regione Puglia per la stessa identica manifestazione. 

E mentre i vertici molisani sono negli States, le cose si complicano. Alle 16 oggi 31 ottobre è stata convocata a palazzo Vitale la riunione dell’esecutivo regionale. In agenda la nomina del nuovo vertice dell’Azienda sanitaria regionale dopo il ‘gran rifiuto’ di Gennaro Sosto, l’ex dg che il presidente della Regione aveva richiamato per un paio di mesi, ossia il tempo di espletare le procedure necessarie per la nomina del nuovo capo di via Petrella. Il 5 novembre si riunirà la commissione che dovrà vagliare i curriculum dei 30 candidati che hanno risposto all’avviso pubblico della Regione Molise.

Può nel frattempo l’Asrem restare senza una guida? No. Nè è possibile prorogare l’incarico ad Antonio Lucchetti, il direttore sanitario che da settembre svolge anche le funzioni di Sosto. “Cosa succederà? Una soluzione c’è”, dice a Primonumero Lucchetti. Forse sarà nominato un commissario. Come finirà ad ogni modo si saprà nelle prossime ore, dopo la riunione della Giunta regionale che sarà presieduta dal vice presidente Vincenzo Cotugno.