Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Dal castello al museo delle tradizioni popolari: giornata ‘speciale’ per gli alunni della primaria

Il castello De Capua, la chiesa del Beato Stefano e il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari: queste alcune tappe della giornata che ha visto protagonisti i 41 alunni delle classi quarte della scuola primaria dell’Istituto Omnicomprensivo del Fortore di Riccia. Questa mattina – 17 ottobre – l’escursione guidata per apprendere storia, arte e cultura della propria città, inserita nell’ambito del progetto “Cittadinanza e Costituzione” che tra i temi scelti da approfondire nel corrente anno scolastico contempla l’Unità di Apprendimento “Beni Culturali per tutti”. Identificare, conoscere e valorizzare i luoghi della cultura presenti sul territorio gli obiettivi perseguiti dall’iniziativa.

Nei panni di ‘Cicerone’ Antonio Santoriello, consigliere comunale con delega alla Cultura.

Ad attrarre particolarmente i ragazzi la vetrina olografica che ha proposto una rappresentazione drammatizzata virtuale della storia della regina Costanza di Chiaromonte, principessa di Riccia. Il Museo si è recentemente dotato, grazie al progetto Innocultour, di innovativi strumenti tecnologici digitali con i quali è più semplice interagire con le nuove generazioni ed intercettare la loro attenzione.

I piccoli partecipanti sono stati piacevolmente colpiti dalla ricchezza di una città che, inaspettatamente, ha tanto da offrire al visitatore. Hanno raccontato entusiasti di aver osservato per la prima volta, con occhi diversi, il cospicuo patrimonio locale. Una sorpresa anche per le insegnanti. Che testimonia quanta ricchezza, a volte distrattamente ignorata, ci circonda.

All’uscita odierna seguiranno discussioni guidate e collettive in classe per individuare comportamenti responsabili volti alla tutela e conservazione del territorio.

Territorio che gli alunni dell’Omnicomprensivo del Fortore hanno già dimostrato di amare, avendo a cuore la difesa dell’ambiente. Primarie, medie ed il biennio dell’Istituto Agrario hanno infatti aderito lo scorso 11 ottobre al progetto “Vicoli Puliti” curato dal Comune di Riccia in collaborazione con Legambiente nell’ambito dell’iniziativa “Puliamo il mondo”. Attrezzati di tutto punto, gli studenti hanno scandagliato e ripulito i vicoli adiacenti piazza Umberto I° da mozziconi di sigarette, carte, plastiche ed erbacce. Il rispetto del territorio passa anche per il coinvolgimento diretto ed una partecipazione convinta alla sua salvaguardia.