Criminalità, Giuseppe Antoci in Molise per presentare ‘La mafia dei pascoli’ foto

Il politico siciliano, vittima di un agguato, ha incontrato cittadini e studenti in due appuntamenti organizzati a Pietracatella e Bojano

Si chiama ‘La mafia dei pascoli‘ ed è il libro con cui l’ex presidente del parco dei Nebrodi (in Sicilia) Giuseppe Antoci racconta la truffa all’Europa e l’attentato che ha subìto alle 2 di notte del 18 maggio 2016. Non è morto solo grazie all’intervento della sua scorta.

Un agguato rincoducibile al protocollo di legalità da lui messo a punto per regolare l’assegnazione degli affitti dei terreni all’interno del Parco dei Nebrodi prevedendo la presentazione del certificato antimafia anche per quelli di valore inferiore ai 150.000 euro. Un protocollo che è riuscito a sottrarre a Cosa nostra un affare che per anni ha fruttato milioni di euro, un business che si aggirerebbe solo in Sicilia in circa 3 miliardi di euro guadagnati negli ultimi 10 anni.

Questo documento è diventato poi legge dello Stato venendo recepito nel nuovo codice Antimafia in vigore nel 2017.

Antoci, che nel 2016 è stato insignito dell’onorificenza di ufficiale al merito della Repubblica Italiana consegnata al Quirinale dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è stato in questi giorni in Molise per parlare di mafia e legalità, incontrando cittadini e giovani mettendoli in guardia rispetto alla criminalità organizzata. Fenomeno da cui la nostra regione non è immune.

Il primo appuntamento a Pietracatella venerdì 25 ottobre nella sala consiliare del Municipio dove Antoci ha presentato il suo libro. All’appuntamento sono intervenuti anche il presidente della commissione speciale temporanea di studio sul fenomeno della criminalità organizzata in Molise Vittorio Mola, il referente regionale di Libera contro le mafie Franco Novelli e il rappresentante della Proloco Pietramurata Giampiero d’Amico.

Il giorno dopo la visita all’istituto di istruzione superiore di Bojano dove ha incontrato insegnanti e studenti per trascorrere una giornata dedicata alla legalità e all’opera di sensibilizzazione nei confronti dei ragazzi. Durante il duplice appuntamento molisano a fare da scorta ad Antoci gli agenti della Polizia di Campobasso, mentre agli appuntamenti hanno partecipato anche il nuovo comandante della stazione di Bojano Pica e il comandante del Reparto operativo dei Carabinieri di Campobasso Mennilli.