Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Contabili, informatici e tecnici: la Regione cerca 28 tra diplomati e laureati

L'ente di via Genova alla ricerca di 28 amministrativi, a tempo pieno e con contratto a tempo indeterminato: 14 per la categoria D, altrettanti per la categoria C. La selezione prevede una prova scritta e una orale.

Da tempo in Molise non si vedeva un concorso pubblico. Ne sono stati organizzati addirittura due dalla Regione Molise, che ha approvato un piano del fabbisogno del personale ed è alla ricerca di ‘forze fresche’. In totale saranno assunte 28 persone, tutte a tempo pieno e indeterminato: 14 per la categoria D, altrettanti nella categoria C.

In totale parliamo di otto “Amministrativo contabile”, dieci “Informatico amministrativo” e dieci ‘Tecnico amministrativo’. 

Questi i profili professionali richiesti nell’avviso pubblicato lo scorso 18 ottobre dal direttore del Terzo dipartimento Claudio Iocca. 

Per candidarsi bisognerà inviare la domanda scaricando l’apposito modulo pubblicato sul sito della Regione Molise e possedere una serie di requisiti.

Nel dettaglio, oltre all’ottima padronanza nell’uso del personal computer, in particolare del pacchetto Office e dei principali applicativi informatici, coloro che partecipano al concorso per la categoria “C” profilo professionale “amministrativo contabile”devono possedere il diploma di istruzione secondaria di secondo grado rilasciato dopo un corso di studi di durata quinquennale.

Oltre all’ottima padronanza nell’uso del pc, per rispondere all’avviso per “informatico amministrativo” è necessario possedere il diploma di istruzione secondaria di secondo grado rilasciato dopo un corso di studi di durata quinquennale con indirizzo informatico. Sono ammessi anche i candidati in possesso di diploma di istruzione secondaria di secondo grado rilasciato dopo un corso di studi di durata quinquennale unitamente a un titolo di specializzazione e/o qualifica in materie informatiche ufficialmente riconosciuti.

Infine, per partecipare al concorso per la categoria “C”, profilo professionale “tecnico amministrativo” è necessario possedere il diploma di istruzione secondaria di secondo grado rilasciato dopo un corso di studi di durata quinquennale, con indirizzo tecnico (geometra, perito industriale, perito tecnico e/o equipollenti).

Invece per i quattro posti relativi al profilo amministrativo contabile, categoria D, posizione D1, oltre ai requisiti generali e all’ottima padronanza nell’uso del personal computer, in particolare del pacchetto Office e dei principali applicativi informatici, occorre essere in possesso del diploma di laurea in giurisprudenza, economia, economia aziendale, discipline economiche e sociali e/o titoli equipollenti per legge oppure laurea magistrale o specialistica del nuovo ordinamento universitario equiparata ai titoli precedentemente ovvero laurea triennale ad indirizzo giuridico e/o economico e/o amministrativo e/o titolo equipollente.

Per i 5 posti da informatico amministrativo, categoria D posizione D1, si richiede ottima padronanza nell’uso del personal computer, diploma di laurea in informatica, ingegneria (corsi di laurea in automazione, telecomunicazioni, elettronica, gestionale, informatica, della sicurezza), matematica, fisica, scienze statistiche, tecniche e metodi per la società dell’Informazione, modellistica matematico-fisica per l’ingegneria e/o titolo equipollente ovvero laurea triennale ad indirizzo informatico conseguito presso le università statali o non statali riconosciute.

Invece ai candidati per il profilo tecnico amministrativo, categoria D, posizione D1, ai partecipanti viene richiesto, oltre all’ottima padronanza nell’uso del personal computer, in particolare del pacchetto Office e dei principali applicativi informatici, il diploma di laurea in ingegneria (corsi di laurea in ingegneria edile, ambiente e territorio, informatica, meccanica), architettura, scienze geologiche, scienze ambientali, e/o titoli equipollenti oppure laurea magistrale o specialistica del nuovo ordinamento universitario equiparata ai titoli precedentemente nominati ovvero laurea triennale ad indirizzo tecnico (in materia di scienza e tecnica dell’edilizia, dell’architettura, dell’ingegneria civile, di ambiente e territorio, di pianificazione territoriale, di scienze geologiche e/o titolo equipollente).

Per partecipare al bando bisognerà inviare la domanda (scaricabile dal sito della Regione Molise) allegata all’avviso debitamente firmata e corredata da curriculum professionale, a pena di esclusione nonché dalla copia di un documento di riconoscimento in corso di validità. Dovrà essere inviata a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo: Regione Molise – Dipartimento III -Servizio risorse umane, via Genova 11 Campobasso.

La domanda deve essere spedita entro e non oltre il termine di 30 giorni a decorrere dal giorno successivo dalla data di pubblicazione del bando sul sito web istituzionale della regione Molise. farà Fede il timbro e la data dell’ufficio postale. Sul retro della busta contenente la domanda Nel caso in cui si scelga modalità di invio tramite raccomandata andata e ritorno, deve essere riportata la dicitura ‘Avviso pubblico per titoli ed esame con codice TI-C_AC_2019’.

La domanda può essere altresì inviata, fermi restanti i termini di scadenza innanzi indicati, per via telematica al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: regionemolise@cert.regione.molise.it. (esclusivamente in formato “.pdf”). 7. Nell’oggetto della posta certificata il candidato deve porre unicamente la seguente dicitura: Codice avviso TIC_AC_2019.

Qualora il numero di domande sia superiore a 50 volte il numero dei posti messi a concorso, la Regione potrebbe organizzare una preselezione che consisterà in un questionario a risposta multipla la cui correzione sarà affidata ad una società specializzata in selezione del personale e gestita con l’ausilio di sistemi di elaborazione elettronica dei dati.

Superano la prova preselettiva tutti i candidati che si posizionano nel numero di posti pari a 10 volte quelli messi a concorso (40 candidati), e comunque tutti quelli collocati ex aequo al quarantesimo posto.  Il punteggio ottenuto nella prova preselettiva non sarà ritenuto utile ai fini della formazione della graduatoria finale
di merito.

La prova d’esame, che si articolerà in una prova scritta e in una prova orale, sarà volta ad accertare e valutare le conoscenze e le capacità possedute dal candidato in relazione alle caratteristiche e alle peculiarità del profilo da ricoprire.

La prova scritta consisterà in una prova teorico – pratica avente la finalità di verificare la capacità dei candidati di applicare le conoscenze possedute rispetto a situazioni specifiche e/o casi problematici e/o predisposizioni di documenti o atti amministrativi.

Le materie oggetto della prova saranno diritto pubblico, diritto del lavoro diritto amministrativo, nozioni di diritto regionali e apparato burocratico amministrativo della regione Molise e degli enti ed agenzie regionali, conoscenza della lingua inglese o francese conoscenza dei più diffusi pacchetti applicativi informatici, nozioni in materia di accesso agli atti della pubblica amministrazione, codice di comportamento dei dipendenti pubblici, nozioni basilari in materia di trasparenza e prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione. La prova orale tenderà ad accertare la conoscenza di tali discipline.

La Regione stabilisce il calendario delle prove, la sede, la data e l’orario di svolgimento della prova che sarà portata a conoscenza dei candidati: 15 giorni prima per la prova scritta, 20 giorni prima per la prova orale mediante la pubblicazione sul sito web istituzionale al seguente indirizzo: www.regione.molise.it – sezione Albo Pretorio on line e Amministrazione trasparente > selezioni e concorsi.