Città in lutto per Roberto Fagnano, domani i funerali del “manager gentile”

Dolore e tristezza. Campobasso è più grigia da ieri, 29 ottobre, quando si è spento il sorriso di Roberto Fagnano, manager della sanità prima in Molise e poi in Abruzzo. Domani, alle 11, nella chiesa Mater Ecclesiae di Vazzieri si svolgeranno i funerali dell’avvocato 56enne stroncato da un infarto a Teramo. 

In tanti si si sono stretti attorno alla moglie Valeria e alla figlia Giulia: familiari, amici, esponenti delle istituzioni e gente comune. La notizia ha rattristato anche i tifosi rossoblù che affianco a Fagnano, sugli spalti della tribunale centrale dello stadio di contrada Selvapiana, seguivano le partite del Campobasso calcio. L’ultimo match che aveva seguito era quello contro il Notaresco, match disputato nella prima giornata di campionato.

Intanto sia dall’Abruzzo che dal Molise continuano ad arrivare i messaggi di cordoglio. E’ il caso dei consiglieri comunali di centrosinistra al Comune di Campobasso. Giose Trivisonno, Alessandra Salvatore, Bibiana Chierchia, Antonio Battista esprimono “la loro vicinanza ai familiari, agli amici ed ai colleghi dell’avvocato Roberto Fagnano, che lascia di sé la più bella e grande eredità che una persona possa lasciare: un patrimonio di affetto, stima ed empatia che conserveranno per lui tutti coloro che hanno avuto il piacere di incontrarlo, per lunghi o brevi periodi, lungo il loro cammino“.

Fagnano era stato consigliere comunale negli anni Novanta preferendo poi dedicarsi alla pubblica amministrazione diventando direttore generale al Comune di Termoli, poi direttore dell’Assessorato alla Sanità della Regione Molise. Infine, l’incarico all’Asl di Teram e la nomina a direttore generale della Sanità della Regione Abruzzo.

“La prematura e improvvisa scomparsa di Roberto Fagnano ci lascia sgomenti. Abbiamo perso un punto di riferimento importante, qualificato e affidabile – scrivono dalla Asl di Chieti e Lanciano – per la sanità abruzzese, ma ancor più una persona gentile, dal tratto umano inconfondibile. Lascia un vuoto grande in una regione che lo aveva adottato, apprezzandone negli anni qualità e competenze. Alla famiglia giungano le espressioni del più sincero cordoglio mio personale e della nostra Azienda”.