C’è un video dello svedese mentre cammina sul Muraglione con la bottiglia in mano. Rischia di perdere una gamba

Il giovane che stamane prima delle 7 è precipitato da circa 15 metri delle mura del Paese vecchio di Termoli è in terapia intensiva e deve essere sottoposto a un delicato intervento chirurgico per le fratture multiple. Le indagini della Polizia, aiutate dai filmati delle telecamere, hanno escluso responsabilità di altre persone: il ragazzo è precipitato da solo da 15 metri.

C’è un video, girato dalle telecamere del sistema di videosorveglianza del Paese vecchio di Termoli, che riprende il 22enne svedese camminare sul Muraglione del Borgo, qualche minuto prima di precipitare da un’altezza di 15 metri circa, alle 7 del mattino di giovedì 3 ottobre. Un volo che poteva costargli la vita ma che invece gli ha procurato un politrauma e fratture multiple per le quali dovrà essere operato. Rischia però di perdere una gamba ed è in prognosi riservata. Ma è vivo ed è un mezzo miracolo.

Le prime indagini della Polizia del commissariato di via Cina hanno però escluso che la caduta fosse stata causata da qualcuno. Al contrario, il 22enne svedese avrebbe fatto tutto da solo. I poliziotti hanno interrogato i primi soccorritori e gli amici del giovane. Si tratta di una comitiva che da circa dieci giorni è a Termoli, dove ha preso una casa in affitto in centro.

Secondo le testimonianze degli amici, il 22enne avrebbe deciso di uscire di casa in piena notte, attorno alle 4, perché aveva voglia di stare all’aria aperta. Possibile che fosse già in stato di alterazione perché avrebbe ignorato l’invito degli amici a rimanere a casa vista l’ora.

Muraglione Borgo vecchio Termoli

Invece ha scelto di affrontare la notte e le temperature non proprio gradevoli. Addirittura ha girato un video di sé stesso, nel quale pare ancora più evidente lo stato di alterazione dovuto all’ubriachezza. Un video postato su Instagram poco dopo.

Ma è il filmato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza e visionato dalla Polizia dopo contatti col Comune di Termoli a dare certezza che il ragazzo fosse solo. In piena notte, in piedi sul muraglione del Borgo, camminando in maniera sconsiderata a un passo dal vuoto con in mano una bottiglia. E purtroppo quel passo l’ha fatto davvero, probabilmente perdendo l’equilibrio e precipitando da un’altezza di circa 15 metri.

I primi a soccorrerlo sono stati un albergatore della zona di Pié di Castello e un passante. Qualche minuto dopo, un amico del 22enne, che preoccupato era sceso in strada a cercarlo non vedendolo rincasare, è giunto sulla passeggiata sotto le Mura fornendo le prime informazioni sull’amico.

Il giovane turista ha battuto la testa, il torace e le gambe ma è molto probabile che il primo impatto, a pochi metri dal Trabucco, non sia stato con la zona del cranio, altrimenti sarebbe andata molto peggio. Immediatamente soccorso dal 118, è stato trasportato al San Timoteo in condizioni gravissime. I medici gli hanno riscontrato un trauma cranico, un trauma toracico e diverse fratture alle gambe.

Muraglione Borgo vecchio Termoli

Particolarmente serie le condizioni di una delle gambe e infatti per ridurre le fratture lo svedese dovrà essere operato. Risulta sempre ricoverato in Terapia intensiva, al San Timoteo, e i medici non possono ancora sciogliere la prognosi. Si attendono inoltre i risultati del test sull’alcol e quello sulle droghe effettuati tramite un prelievo di sangue. I genitori del ferito sono stati informati del fatto dagli amici e stanno seguendo la vicenda dalla Svezia.

Un fatto per certi versi simile era accaduto lo scorso agosto quando un turista campano era caduto dal muraglione ma dal lato della scala a chiocciola. Anche in quel caso fu un mezzo miracolo che l’uomo riportò solo diverse fratture ma si salvò.