Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Cudini orientato a tornare al “vecchio amore” col 4-3-3. Fiducia a Musetti foto

A Ripalimosani, il Campobasso ha svolto un’amichevole con la juniores di Barometro. Testate le tre punte Musetti-Alessandro-Giampaolo, tutte a segno. In difesa probabile spostamento a destra della mezzala Candellori e inserimento di Pistillo al centro. In mediana spazio a Brenci, Tenkorang e Bontà. La partita col Montegiorgio si avvicina: la piazza mugugna ma si spera nel sostegno del tifo nel corso dei 90 minuti, a patto che la squadra abbia il giusto spirito.

Cambio di location per il Campobasso che ieri, 17 ottobre, ha svolto un’amichevole con la juniores allenata da Barometro sul sintetico di Ripalimosani. Un test che può essere visto come una prova generale in vista del prossimo match di campionato: a Selvapiana domenica arriva il Montegiorgio ed è vietatissimo sbagliare. Lo sa la squadra, lo sa Cudini, che ha provato la possibile formazione da schierare con qualche novità prevista. Diciamo subito che l’assenza forzata di Pizzutelli che è stato appiedato per una giornata dal giudice sportivo suggerisce in qualche modo al tecnico di modificare l’assetto tattico.

foto-160809

Riecco, allora, il suo “vecchio amore”, quel 4-3-3 sul quale si è puntato per tutta l’estate ma poi accantonato subito, dopo l’1-3 interno incassato dal Notaresco nel secondo turno di campionato. Niente rombo a centrocampo, dunque, ma due esterni defilati in avanti e due mezzali (Bontà e Tenkorang) più spostate verso il centro. Non cambia il regista basso, quello che deve dettare i tempi: sarà Leonardo Brenci, uno dei più continui tra i rossoblù. Sui tre d’attacco sembrano esserci pochi dubbi: ci si affida all’esperienza, e allora capitan Musetti guiderà il reparto e cercherà di sbloccarsi sotto porta. È apparso, tra l’altro, in ripresa anche sotto il profilo realizzativo. A sinistra Danilo Alessandro, ancora acciaccato ma in recupero, dall’altra parte il favorito è Giampaolo.

Le novità non finiscono qua. Infatti, Cudini ha provato di nuovo Candellori come terzino destro visto che è orientato a riproporre al centro della difesa, con Dalmazzi, l’under Pistillo. In quella posizione ha già giocato alternando cose buone ad altre meno buone. In ogni caso, sono state più volte mischiate le carte e la sorpresa potrebbe essere dietro l’angolo. L’impressione, bisogna ribadirlo, è che si vada verso la riproposizione del 4-3-3.

La gara più delicata e importante di questa prima parte di stagione si avvicina, la tensione inevitabilmente sale. Come noto, il pubblico ha mostrato tutta la propria delusione anche se per domenica prossima si spera di poter contare comunque sull’apporto di chi ama i colori rossoblù. L’ambiente non sarà dei più sereni, e questo nello spogliatoio si percepisce, ma per novanta minuti sarebbe il caso di sostenere i Lupi, a patto che il match venga affrontato col giusto piglio.