Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Via Udine fa litigare la Lega, da Ciarniello fuoco amico su Fraraccio. Anche il centrosinistra attacca

Il presidente della IV Commissione messo sotto accusa dal collega di partito per aver annullato senza preavviso il sopralluogo sul cantiere a Porticone. "Ho agito secondo le regole, non sapevo che il comitato fosse presente"

Un attacco diretto alla sua maggioranza e al presidente della IV Commissione Bruno Fraraccio, espressione del suo stesso partito, la Lega. Il consigliere comunale Annibale Ciarniello accende la polemica interna all’Amministrazione Roberti e o fa sulla questione di via Udine, strada di lottizzazione di recente passata al Comune e sulla quale dalla primavera scorsa sono iniziati i lavori per realizzare asfalto e marciapiedi mai fatti prima.

Ma proprio ora che i lavori sono in dirittura d’arrivo e a quanto pare mancano solo delle rifiniture, ecco il caso politico del giorno.

“Con il comitato di via Udine per verificare lo stato dei lavori. Era previsto, come da mia richiesta in tal senso, un sopralluogo da parte della commissione lavori pubblici, ma purtroppo all’apertura dei lavori della stessa il Presidente ha verbalizzato di rinviare, senza rispettare alcun termine da regolamento, quanto concordato”.

Via Udine

Queste le parole utilizzate da Ciarniello in un post Facebook che sta facendo discutere. “Prima di tutto l’educazione verso chi magari, per essere presente, ha dovuto chiedere permessi lavorativi o rinviare altri impegni. Da cittadino e non da consigliere, ho ritenuto doveroso abbandonare la commissione e raggiungere chi ci stava aspettando” ha concluso Ciarniello, terzo consigliere più votato alle scorse comunali di maggio.

“In primis come cittadini siamo offesi da questo comportamento del Presidente Bruno Fraraccio della quarta Commissione lavori pubblici – ha commentato sullo stesso social network una esponente del comitato ‘Via Udine e dintorni’ -. Se non intendeva fare il sopralluogo poteva avvisare . Una mancanza di rispetto unica verso i cittadini e i residenti di via Udine. Il rispetto e l’educazione sono al primo posto”.

Via Udine

La cittadina si è detta “offesa anche da tutti gli appartenenti della quarta Commissione. Oltre al Consigliere Ciarniello, nessuno ha abbandonato la Commissione per venire in Via Udine almeno per scusarsi. dove oltre al Comitato erano presenti i residenti e la Ditta Venditti esecutrice dei lavori. L’incontro era per mettere a conoscenza lo stato di avanzamento e le problematiche riscontrate in fase di realizzazione degli stessi”

Sulla questione ha puntato il dito anche il centrosinistra con una nota stampa. “Oggi 13 settembre era fissata la riunione della quarta commissione alle ore 9,30 con all’ordine del giorno: sopralluogo cantiere via Udine per verificare lo stato dei lavori, così come convocato il 6 settembre 2019 per la data odierna. Di tale sopralluogo era stato dato avviso al presidente del comitato di via Udine che aveva convocato i residenti per far si  che loro fossero presenti”.

Il centrosinistra ha fornito quindi una versione simile a quella del leghista Ciarniello. “La maggioranza nella persona del presidente della quarta commissione, solo all’apertura alle ore 9,30 dei lavori della stessa, ha comunicato che il sopralluogo era annullato, non avvisando la presidente del comitato  e i relativi residenti che erano lì ad attendere. Molti di loro per essere presenti avevano richiesto permessi di lavoro e cambi turno, inoltre era presente anche il rappresentante della ditta che ha svolto i lavori venuta appositamente da Campobasso. Noi del Partito Democratico e Vota X te ci dissociamo da questo comportamento denunciandone la scorrettezza e ravvisando  in tale modus operandi una totale mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini”.

Il presidente della IV Commissione Bruno Fraraccio ha spiegato a primonumero.it la sua versione dei fatti. “Non sono a conoscenza del post Facebook di Ciarniello né della nota del centrosinistra. Posso dire però di aver rispettato le regole, ho agito a norma di legge. Stamane è emerso che c’erano ancora dei punti da siscerare, per via di alcune proprietà private in via Udine. Abbiamo sentito l’architetto D’Alessandro e nella prossima riunione il dirigente Belpulsi dovrà delucidarci. Che figura avremmo fatto ad andare sul posto senza avere chiari tutti gli aspetti della questione?“.

Bruno Fraraccio, Lega

Fraraccio ha inoltre aggiunto di aver “scoperto solo stamane che alcuni membri del Comitato sarebbero stati presenti. Su questo possono anche avere ragione, ma ripeto che c’erano aspetti da approfondire. I lavori? Sono praticamente conclusi, mancano dei nuovi pali dell’illuminazione ma bisogna capire bene la questione delle proprietà private”.

L’esponente della Lega non nasconde che chiederà conto al collega Ciarniello di quanto scritto. “C’è una riunione di maggioranza precedentemente programmata. Chiederò a lui e ai miei colleghi di partito di rendicontarmi sul perché ha parlato in questo modo“.