Vandalizzato murales dell’artista Blu: è un’opera di arte urbana tra le più importanti al mondo

“Noi 2 l amicizia +bella”. Chissà se gli autori di questa massima dedicata ad uno dei più nobili sentimenti umani si sono accorti che stavano imbrattando un’opera di street art il cui valore è riconosciuto in tutto il mondo. Siamo al Terminal degli autobus di Campobasso. E il murales vandalizzato è quello dell’artista Blu, inserito dal quotidiano inglese The Guardian tra i dieci migliori al mondo.

Nel 2011 lo street writer originario di Senigallia, ma bolognese dal punto di vista della formazione artistica, aveva visitato il capoluogo molisano realizzando alcune opere che hanno permesso alla città di essere annoverata tra le capitali mondiali dell’arte urbana, grazie al ‘Draw the line’, il festival organizzato dall’associazione Malatesta.

E il murales ‘Il soldato’ raffigurato alla stazione degli autobus era uno dei ‘pezzi’ più noti e di pregio.

Ovviamente il danno è notevole e ha fatto inorridire gli addetti ai lavori e gli appassionati di street art, in primis gli stessi esponenti dell’Associazione Malatesta che questa mattina – 26 settembre- si sono messi all’opera per riparare all’atto vandalico. “Stamattina – riferiscono in un post su Facebook – la squadra “anti romanticoni” del DrawtheLine si è messa all’opera per eliminare la scritta comparsa già qualche tempo fa, sul famosissimo murale di BLU che dal 2011 compare sui muri del Terminal bus di Campobasso. Gli autori fanno sapere che non si amano più e che l’amicizia più bella è naufragata. BLU non si tocca!”.