Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Tv pirata oscurate, tifosi nel panico. E per Atletico-Juve almeno i locali fanno il pienone

Il blitz di Polizia e Fiamme Gialle in tutta Italia e in altri cinque Paesi europei lascia senza partita migliaia di utenti. Raffica di richieste per bar e ristoranti

Saranno contenti baristi e ristoratori. A loro, in Molise come presumibilmente in tutta Italia, si stanno rivolgendo in queste ore i tanti tifosi che fino a ieri guardavano le partite grazie a tv pirata che nelle scorse ore sono state oscurate. Non resta quindi che andare al bar, come si faceva un tempo non troppo lontano, o chiedere ospitalità agli amici che pagano un abbonamento.

È delle scorse ore la notizia che la polizia, coordinata dalla procura della Repubblica di Roma e dalle Agenzie europee Eurojust ed Europol, ha eseguito una vasta operazione antipirateria colpendo il settore delle Iptv (web tv) illegali. Si tratta si sistemi utilizzati per guardare gratuitamente di canali satellitari a pagamento.

L’operazione non si è fermato all’Italia, dove secondo le forze dell’ordine sono coinvolti 5 milioni di utenti, con un volume d’affari di 2 milioni di euro al mese.

Ben otto gli ordini europei di indagine nei confronti di una associazione a delinquere transnazionale emessi dalla Procura della Repubblica di Napoli. Le forze dell’ordine dei rispettivi paese li hanno eseguiti simultaneamente in Olanda, Francia, Grecia, Germania e Bulgaria con tanto di perquisizioni compiute in Italia per smantellare le centrali e colpire i proventi illeciti che vengono descritti come rilevanti.

In particolare la Guardia di Finanza ha sequestrato la nota piattaforma ‘Xstream Codes’ oscurando i circa 700 mila utenti che ne usufruivano in tutta la Penisola. L’operazione delle Fiamme Gialle fa parte del maxi-blitz di stamane contro le iptv illegali, le webtv che ritrasmettono il segnale delle pay tv.

In sostanza gli utenti potevano guardare comodamente a casa senza pagare alcun abbonamento le più note piattaforme satellitari e via internet quali Sky, Dazn o Netflix.

A quanto pare nella rete delle Fiamme Gialle sono finiti persino alberghi e ristoranti che ne facevano uso. Gli inquirenti hanno messo in guardia ammonendo gli utenti comuni che rischiano multe fino a oltre 28mila euro e addirittura il carcere da sei mesi a tre anni.

E con le tv oscurate proprio oggi che c’è un’importante partita del primo turno di Champions League, si moltiplicano in queste ore le telefonate e le prenotazioni nei locali pubblici del Molise. “Ma la fate vedere la partita vero?” la domanda più volte ripetuta. Così per Atletico Madrid-Juventus si prevede il pienone. Almeno una buona notizia per l’economia, dopotutto.