Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Tutto tace sulla Gam, i sindacati alzano la voce: “Convocare riunione al Ministero”

Nonostante l’insediamento del nuovo governo M5S-Pd, tutto tace sulla Gam. Con la cassa integrazione agli sgoccioli gli operai rischiano di restare senza sussidi al reddito e dal Ministero non è arrivata nessuna convocazione per affrontare e risolvere la vertenza. I presidi di protesta davanti alla sede della Regione Molise, del Consiglio regionale e della Prefettura (in foto) non hanno sortito effetti. E finora è stata ‘ignorata’ anche la missiva inviata dal governatore Donato Toma.

Per questo i sindacati tornano a sollecitare il Governo e soprattutto il Ministero dello sviluppo economico che ha cambiato guida: Luigi di Maio è stato sostituito da Stefano Patuanelli.

È di ieri mattina – 20 settembre – la nota firmata da Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil che “facendo seguito alla lettera di richiesta di una riunione urgente effettuata il 22 luglio congiuntamente con la Regione Molise, sollecitano un incontro urgente”. Nel dettaglio, spiegano, “la convocazione si rende necessaria per fare il punto sia sull’attuazione dell’accordo di programma sottoscritto per il rilancio della filiera avicola molisana, in particolare per l’attività del macello (dopo il dietrofront di Avicola Vicentina, società del gruppo Amadori, ndr), sia per tutelare i lavoratori interessati, considerando che il prossimo 4  novembre scadranno gli ammortizzatori sociali”.