Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Transiberiana d’Italia: week-end a bordo del treno storico alla scoperta del Molise autentico

Dopo l’esperimento riuscito con I treni della neve promossi da Fondazione FS, che tra febbraio e marzo hanno collegato Roma con Sulmona e Roccaraso, a partire dal mese di settembre sono previste nuove partenze con i treni storici sulla ferrovia Sulmona-Isernia che ripropongono la formula del week end.

Il treno più bello d’Italia è pronto a ripartireda Sulmona, alla scoperta del cuore pulsante del Molise, facendo tappa nelle principali città con pernottamento incluso. Il convoglio storico ripartirà sabato 14 e domenica 15 proprio dalla città abruzzese patria dei confetti, per poi oltrepassare l’Appenino e raggiungere i luoghi più suggestivi dell’Alto Molise ed i due capoluoghi.

Un fine settimana di intenso divertimento che lega la storicità della transiberiana alle manifestazioni locali, in un evento denominato ‘Prossima fermata, Molise’, messo in piedi grazie al contributo della Regione Molise all’interno del bando ‘Turismo è cultura’, a cui partecipa l’associazione LeRotaie convenzionata con Fondazione FS.

Proprio l’anello di congiunzione del binomio viaggio-gusto sarà il fulcro del week-end: ad accompagnare il giro a bordo della vetture d’epoca lungo la panoramica transiberiana saranno le degustazioni di prodotti tipici delle aziende agricole e casearie locali. Il pernottamento, previsto ad Isernia, coinvolgerà i viaggiatori che festeggeranno l’anniversario della riapertura della linea con rassegne culturali e musicali. La domenica, invece, la corsa proseguirà alla volta di Campobasso con una visita al centro storico ed il rientro, a Sulmona, nel tardo pomeriggio.

L’iniziativa con i treni del week-end sarà replicata due volte in autunno, con nuove partenze i prossimi 5 e 6 ottobre e 2 e 3 novembre. Tutte le informazioni e i dettagli dell’iniziativa sono consultabili sui siti dedicati www.lerotaie.com e www.railbook.it, da dove è possibile effettuare la prenotazione, oltre che sulle fanpage ufficiali della Fondazione FS su Instagram e Facebook.