Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Scuole ‘plastic free’: in Molise borracce personalizzate per i bambini donate dai comuni

Educare, fin da piccolissimi, al rispetto dell’ambiente si può. Anzi, si deve fare. È un obiettivo che si deve perseguire ad ogni livello, sia lavorativo che scolastico. Proprio nelle scuole, infatti, i ragazzi imparano le buone regole per limitare l’uso di determinati materiali, altamente tossici ed inquinanti. È il caso della plastica, da sempre contenitore universale per l’acqua da asporto. Per azzerare l’uso di bottigliette di plastica, i comuni molisani hanno deciso di donare ai giovani studenti delle borracce personalizzate, ecologiche e riutilizzabili, di dimensioni tali da essere facilmente trasportabili negli zaini.

Il primo sindaco ad agire verso una politica di salvaguardia ambientale è stato Nicola Scapillati, primo cittadino di Castropignano, che ha deciso di regalare una borraccia in alluminio agli studenti. Un’idea che è stata immediatamente estesa anche ai dipendenti ed agli operatori del comune. Sulla stessa scia anche il comune di Bonefro che, anticipando la direttiva UE che stabilisce l’abolizione della plastica monouso a partire dal 2021, si è dotato di comode borracce in distribuzione gratuita agli istituti scolastici.

È notizia di queste ore che anche un altro comune molisano ha deciso di aderire alla politica plastic free: si tratta di Casacalenda dove la ‘Sindaka’ e l’Amministrazione Comunale hanno messo in piedi il progetto ‘A, B, C…K’: a, b e c sono “le prime lettere dell’alfabeto ma anche l’acronimo di Acqua Bene della Comunità perché è da piccoli, dall’ABC che si impara come costruire il proprio futuro, anche il futuro del proprio paese. La nostra K…alena”, si legge nella nota stampa.

Per perseguire lo scopo ed augurare un buon inizio anno scolastico, è stata regalata, a tutti i bambini, una borraccia di alluminio, piccola e pratica, da tenere agganciata allo zaino, da riempire a casa, a scuola o alle fontane pubbliche. Si tratta di “un dono che porta in sé un triplice scopo: ridurre il consumo della plastica e l’abbandono della stessa nell’ambiente; valorizzare le risorse idriche cittadine, sicure e efficienti; tutelare la salute dei nostri bambini, incentivando al consumo dell’acqua, una buona abitudine per tutti”, scrive l’amministrazione comunale.

Questa è solo la prima pietra, di tante altre, posata su una solida base, al fine di costruire un futuro migliore: “un primo passo verso la realizzazione di un sogno: quello di vedere una comunità attenta, capace di prendersi cura di sé stessa e del suo territorio, pioniera di un nuovo senso civico e in grado di tutelare il proprio futuro”, concludono da Casacalenda.

Sabrina Lallitto, sindaco casacalenda