Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Scosse sismiche, tornano i timori in Basso Molise. L’esperto avverte: “È fisiologico”

Un terremoto di magnitudo 2.7 con epicentro a Montecilfone alle ore 8 e 18 di oggi, 6 settembre. Pochi minuti più tardi una replica più leggera a Guglionesi. E poi ancora Guglionesi, Guardialfiera, Guglionesi: scosse di massimo 2.1, che quasi nessuno ha avvertito fisicamente ma che sui social e sugli smartphone tengono banco perché aprono al timore che “chissà cosa potrebbe accadere”. Un anno dopo il terremoto del Basso Molise, con 500 persone ancora fuori casa, molte delle quali in attesa dei lavori di ripristino per danni inferiori ai 25mila euro, la sequenza odierna rimescola confusione e paura.

“La paura è fisiologica, ma anche i movimenti tellurici lo sono. Lo scorso anno abbiamo scoperto che lì sotto c’è una faglia, l’attività sismica non cessa da un momento all’altro”. Eugenio Auciello, geologo molisano e titolare della pagina facebook Molise e Terremoti, basata su analisi scientifiche, prova a rassicurare senza leggerezza e senza cedere ad alcuna superficialità. I terremoti, del resto, spaventano così tanto proprio perché  sono imprevedibili. E il Molise, come purtroppo ora la popolazione sa, è zona sismica.

La faglia in movimento nelle ultime ore è sempre la stessa, quella che sovrasta la diga di Guardialfiera e arriva fino alla vallata sotto Larino e Guglionesi. “Nella ripresa di una attività sismica – aggiunge Auciello che in questi giorni è impegnato in Toscana per alcuni rilevamenti geologici – non c’è nulla di anomalo”.

Nessun allarmismo dunque, anzi: invito a razionalizzare, alla consapevolezza che il nostro è un territorio a rischio terremoti, e il Matese ce lo insegna (qui l’approfondimento di un anno fa realizzato da Primonumero). Bisogna imparare a convivere col fenomeno, tenendo a mente che dalla sequenza di una faglia, come l’esperto ebbe modo di dire un anno fa, non si possono ricavare informazioni certe su come evolverà la situazione o indicazioni su una nuova scossa.