Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Povera per lo Stato, gode del reddito di cittadinanza e dimora in un B&b per spacciare eroina e cocaina

Margherita Mandato, 38 anni, madre di tre figli minori, è stata arrestata dalla squadra mobile mentre rientrava nella pensione di via Garibaldi con diverse dosi di sostanze stupefacenti. Sequestrate carte di credito riconducibili ad un conto corrente su cui confluiva il denaro dello smercio di droga in città. E' la sorella di Ramona Mandato, arrestata in operazione "Alcatraz"

Ancora un b&b, ancora vita da nababbi nonostante il reddito di cittadinanza. Ancora spaccio e droga.

Un nuovo traffico di cocaina ed eroina è stata scoperto e stroncato dalla squadra mobile di Campobasso che domenica mattina è intervenuta in un b&b di via Garibaldi.

Un anomalo andirivieni aveva provocato dubbi e sospetti da parte degli agenti che hanno quindi deciso di intervenire per accertare le cause di quei movimenti veloci e repentini ad ogni del giorno e della notte.  I poliziotti hanno documentato l’attività di spaccio gestita da Margherita Mandato, 38 anni, di Campobasso. E’ la sorella di Ramona, l’altra “lady dello spaccio” arrestata sempre dalla squadra mobile nell’ambito della maxi operazione denominata “Alcatraz”. Ed è la madre di tre ragazzi ancora minorenni.

arresto mobile margherita mandato

Margherita Mandato è stata fermata  mentre rientrava nel b&b. Davanti agli agenti ha provato a disfarsi della droga che si era procurata lanciandola in alcuni bidoni della spazzatura. Ma gli uomini della Mobile l’hanno vista e hanno ritrovato: 28 sacchetti di eroina, (20,37 grammi) e 27 di cocaina (7,85 grammi).

La perquisizione successiva, eseguita nella stanza presa in affitto, ha poi permesso agli agenti di trovare un bilancino di precisione e carte bancomat relative ad un conto corrente sul quale presumibilmente confluivano  i guadagni dello spaccio. Ma le indagini al riguardo sono ancora in corso: Margherita Mandato beneficia del reddito di cittadinanza, dunque non è escluso che dietro i conti correnti ci siano altri nomi, altre figure sulle quali la mobile sta concentrando approfondimenti e verifiche.

La 38enne su disposizione del sostituto procuratore Elisa Sabusco, è stata ammanettata e trasferita nel carcere femminile di Benevento.