Lasciano l’auto in centro e dopo mezz’ora non la ritrovano: “Telecamere spente, è scandaloso”

Una famiglia bassomolisana vittima del furto in piazza Donatori di Sangue in pieno giorno. Ma il sistema di videosorveglianza non è in funzione

Avevano parcheggiato l’auto in Piazza Donatori di Sangue per poter fare una commissione in centro a Termoli. Ma dopo nemmeno mezz’ora sono tornati al punto dove avevano lasciato la macchina e non l’hanno più trovata e adesso non possono nemmeno sperare nei filmati delle telecamere in zona.

La brutta disavventura è avvenuta sabato scorso 21 settembre a una famiglia di un paese del Basso Molise che si è vista quindi rubare l’auto da ignoti in pieno giorno, visto che erano da poco trascorse le 18. La loro macchina, una Alfa Romeo Giulietta turbo diesel di colore grigio antracite, era stata parcheggiata in uno degli stalli dell’area di sosta di fianco al Liceo Scientifico di Termoli.

Una zona molto trafficata e frequentata, soprattutto di giorno, ma a quanto pare nessuno si è accorto di quanto stava accadendo. Quando la famiglia vittima del furto è tornata a riprendere l’auto, è rimasta sconcertata.

“Ci siamo immediatamente rivolti ai Carabinieri – fanno sapere – e loro ci hanno comunicato che purtroppo le telecamere del sistema di videosorveglianza sono state installate ma non funzionano. È una cosa che non riusciamo a capire e che troviamo veramente scandalosa”.

Purtroppo non è il primo caso segnalato in queste settimane a Termoli dove purtroppo i furti di auto sono sempre molto frequenti sia in periferia che in centro mentre il sistema di videosorveglianza più volte annunciato non è ancora entrato in funzione per ragioni ignote.

Dopo aver presentato denuncia in caserma, la famiglia spera ancora di poter ritrovare la macchina che nonostante fosse stata immatricolata da 7 anni aveva percorso pochi chilometri e quindi un possibile lungo futuro davanti. “Purtroppo adesso ci troviamo in difficoltà perché l’auto serviva per andare al lavoro e per fare molte commissioni”.

L’auto non era fornita di Gps e le speranze di ritrovarla non sono molte. “Non avere le telecamere in centro è una vergogna, non osiamo pensare se fosse stato un reato più grave”.