Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Il centrodestra di Campobasso rivendica il peso del capoluogo

I consiglieri comunali di centrodestra al Comune di Campobasso incontrano il neopresidente della Provincia, Francesco Roberti, per instaurare un rapporto istituzionale che garantisca le giuste azioni amministrative nei confronti del capoluogo di regione. Al vaglio la nomina di Alessandro Pascale a vicepresidente.

I consiglieri comunali di centrodestra al Comune di Campobasso incontrano il neopresidente della Provincia, Francesco Roberti, per instaurare un rapporto istituzionale che garantisca le giuste azioni amministrative nei confronti del capoluogo di regione. Al vaglio la nomina di Alessandro Pascale a vicepresidente.

A rivendicare il giusto peso del capoluogo di regione all’interno della programmazione della Provincia ci pensano i consiglieri di centrodestra al Comune di Campobasso. Ieri l’incontro tra Domenico Esposito, Salvatore Colagiovanni, Alberto Tramontano, Mario Annuario, Maria Domenica D’Alessandro, Carla Fasolino, Alessandro Pascale e il neopresidente di Palazzo Magno, Francesco Roberti.

L’incontro è stato chiesto dai consiglieri di Campobasso per avere un confronto chiaro sul programma di Roberti per i prossimi anni di mandato. “Abbiamo instaurato da subito un chiaro e proficuo rapporto istituzionale – commentano i consiglieri del capoluogo – per far riconoscere il giusto peso all’interno dell’ente di via Roma delle istanze del territorio e dei cittadini campobassani. Unità d’intenti e precipuo interesse pubblico sono i capisaldi del percorso attivato. Da oggi si apre un nuovo canale di dialogo che collega la città di Campobasso, alla sua Provincia, confermando la filiera istituzionale con la Regione Molise e l’Europa. Il centrodestra unito vince, ma ancor più unito governa”.

 

Un ruolo da protagonista per Campobasso era stato già chiesto dai consiglieri di centrodestra ancor prima della elezione a presidente della Provincia del sindaco di Termoli, Francesco Roberti. Dopo la sconfitta elettorale dell’ex sindaco di Campobasso alle elezioni amministrative dello scorso maggio e la conseguente decadenza della sua carica di presidente di Palazzo Magno, il capoluogo ha perso la sua “leadership” all’interno dell’ente di via Roma.

 

Dopo la Riforma Delrio la Provincia ha perso le possibilità decisionali ed economiche per incidere in maniera decisiva sul territorio. Restano in capo a Palazzo Magno, tuttavia, le delicate decisioni su manutenzione delle strade ed edilizia scolastica. La richiesta ufficiale degli attuali consiglieri di centrodestra al Comune di Campobasso è quella della nomina di Alessandro Pascale – consigliere comunale  e provinciale di Campobasso (in quota Lega) – a vicepresidente della Provincia. Pare che la possibilità di una simile riconoscenza sia all’orizzonte dopo le opportune valutazioni della coalizione. Ma non è detta l’ultima parola.