Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

‘Gli Zigoti’: la quotidianità incontra l’emozione negli scatti degli studenti che raccontano il mondo fotogallery

La vita di uomini e donne anonimi, paesaggi mozzafiato, vedute dall’alto, dettagli della natura, i corpi dei ballerini impegnati sul palco e gli oggetti più comuni diventano i protagonisti delle foto, raccolte nella mostra fotografica ‘Gli Zigoti’ organizzata dal maestro Antonio De Gregorio con i suoi studenti della UniTre di Termoli, visitabile fino al 30 settembre a Palazzo Vescovile, in Piazza Duomo a Termoli.

Mostra fotografica 'Gli Zigoti'

La mostra raccoglie gli scatti di dieci studenti e si articola in un percorso originale che mette insieme immagini variegate, catturate nella quotidianità, in grado di parlare all’anima di chi le guarda. Le foto sembrano ritratti d’altri tempi, colorati o in bianco e nero, talmente vive da permeare la loro essenza nella stanza come fossero una trasposizione in 3D, sottolineando ciò che, a molti, è invisibile.

Gli scatti catturano dettagli ed emozioni da luoghi e persone su cui gli occhi normalmente neppure si soffermano, muovendosi fugaci nella quotidianità e balzando su immagini banali, sottolineando la sofferenza nei volti scavati degli uomini, nei corpi stanchi dei danzatori, riuscendo a raccontare una storia perfino tramite oggetti inanimati come una molletta o un lucchetto che celano, dietro di loro, un significato più profondo. Le foto portano chi le osserva a porsi delle domande: chi è quell’uomo? Di chi sono quelle scarpe lasciate sul molo? E quei cappelli?

Un costante interrogarsi, un’indagine senza fine che accompagna i visitatori ad una riflessione introspettiva, ad indagare sulle problematiche del nostro tempo, sull’indifferenza odierna che si nasconde in noi, in un continuo turbinio di emozioni che portano la mente ad immaginare come si potrebbe essere svolto l’evento, come si è arrivati a quel punto, raccontandoci la storia che la nostra mente ha costruito per noi. Le potenzialità espressive delle fotografie sono davvero sorprendenti: gli studenti sono riusciti ad immortalare pezzi di vita, catturandoli in un millesimo di secondo, ed a trasferirli su pellicola con un semplice scatto.

Mostra fotografica 'Gli Zigoti'

Gli schemi narrativi che persistono e si sviluppano dietro le istantanee sono legate alle emozioni del momento in cui sono state scattate: paesaggi aspri e immensi, figure eroiche e solitarie, oggetti comuni ne costituiscono l’ossatura che viene traslata su carta in modi diversi, incatenandosi al presente. I lavori esposti dimostrano l’utilizzo delle strategie e delle tecniche più allargate della fotografia, combinando pratiche tradizionali a quelle più recenti, dove anche il bianco e nero riesce ad esprimere una varietà di sentimenti che mettono in subbuglio l’anima. Un evento da non perdere.