Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Crisi idrica causata da una rete realizzata 40 anni fa. L’ira di famiglie e commercianti: “Assurdo” foto

Operai dell'impresa incaricata da Molise Acque al lavoro da questa mattina per sostituire le tubatura rotta per due volte nel giro di poche ore. "Purtroppo le condutture sono vecchie", ma i residenti sono esasperati: "Disagi enormi soprattutto per chi bambini e anziani. È inconcepibile che nel 2019 per cambiare un tubo ci vogliano giornate intere". E in tarda mattinata acqua a singhiozzo anche nell'ambulatorio di via Toscana. Problemi a Ripalimosani e Baranello.

“Purtroppo la rete idrica è vecchia, ha 40 anni: è stata costruita negli anni Ottanta e inizia a mostrare qualche problema”. E’ la riflessione di uno degli operai dell’impresa che sta lavorando da questa mattina – 16 settembre – a Fossato Cupo, contrada che si trova nell’area della Foce, periferia ovest di CampobassoE’ in quel punto, quasi  a causa della vetustà delle condutture, che si è verificata per ben due volte la rottura dell’Acquedotto molisano centrale. L’ultima oggi all’alba, intorno alle 4.

acquedotto-rotto-a-campobasso-158726

Sabato scorso, 14 settembre, il primo guasto alla condotta, causato da un mezzo meccanico che stava lavorando il terreno nell’agro di Ripalimosani. Poi la rottura a Fossato Cup dove si è allagata anche la strada.

Il guasto sta creando disagi alle famiglie che abitano non solo a Selvapiana, ma anche a Coste di Oratino, nella zona industriale di Campobasso fino a Santo Stefano, oltre a paralizzare le attività commerciali (i ristoranti ad esempio) che hanno esaurito le scorte. I principali problemi ci sono, com’è ovvio, per anziani e bambini.

Come sta andando in questi giorni senza acqua? Un dramma”, racconta Valentina, madre di una bambina. Stanotte il flusso è stato ripristinato per qualche ora e qualcuno è riuscito a fare rifornimento. Troppo poco però.

“Sabato sera siamo andati a cena al ristorante Aciniello, alla Foce, e ci siamo accorti che c’era un fiume d’acqua per strada. Mai vista così tanta, ci siamo spaventati. Nessuno poteva scendere dalle auto e ci hanno fatto entrare nel parcheggio. Il flusso non si fermava, nonostante l’arrivo dei vigili del fuoco. Poi è cessato verso le 22″, riferisce ancora la giovane mamma. Domenica ancora peggio. “Siamo andati fuori sperando che l’inconveniente venisse risolto, invece no. Quindi abbiamo preso delle taniche almeno per cucinare e da utilizzare in bagno. È inconcepibile che nel 2019 per cambiare un tubo ci vogliano giornate intere“.

E poi, ragiona qualcuno, “se la rete è vecchia, vuol dire che deve essere modernizzata e che bisogna investire sulle infrastrutture piuttosto che sui tratturi”. 

L’acqua manca a Colle delle Api, San Giovanni in Golfo, fino a Santo Stefano, Ripalimosani, Baranello. Ma questa mattina sono iniziati i problemi anche in altri quartieri dove finora il flusso idrico era stato regolare come a San Giovanni. Acqua a singhiozzo e disagi, ad esempio, al centro vaccinazioni di via Toscana e negli ambulatori medici dell’Asrem, come hanno segnalato alla nostra redazione alcuni cittadini.

Insomma, Campobasso si trova a dover fronteggiare probabilmente per la prima volta un’emergenza di tale portata. L’amministrazione sta monitorando la situazione e predisposto delle autobotti per alleviare i disagi dei cittadini durante i lavori dell’impresa incaricata da Molise Acque, l’agenzia regionale guidata da Giuseppe Santone (designato da poco dal governatore Donato Toma) e competente sull’acquedotto molisano centrale.

Lo stesso Santone ha spiegato ai microfoni della Rai che “le rotture non erano prevedibili. La prima è stata causata da un privato che ha danneggiato la condotta, le altre probabilmente sono state causate dalla pressione dell’acqua. Ma è prematuro dirlo, capire cosa sia successo. Comunque stiamo parlando di reti che hanno almeno 30 anni”.

Il sindaco del capoluogo Roberto Gravina è stato sul cantiere per un nuovo sopralluogo poco dopo mezzogiorno: “Al termine del giro di saluti nelle scuole cittadine, mi sono recato nuovamente in località Fossato Cupo per verificare lo stato dei lavori condotti da Molise Acque sul tratto di tubatura dell’Acquedotto Molisano Destro. Molise Acque sta procedendo alla sostituzione della tubatura.

acquedotto-rotto-a-campobasso-158730

Per ovviare in parte ai disagi dei cittadini per il protrarsi dell’interruzione del flusso idrico causa i lavori di Molise Acque, l’Amministrazione comunale insieme alla Sea ha messo a disposizione due autobotti da cui sarà possibile rifornirsi per Coste di Oratino (zona Motorizzazione) e Santo Stefano, mentre in collaborazione con i vigili del fuoco c’è anche un’autobotte presso la zona industriale (Decathlon)”.

Le operazioni di sostituzione della condotta, stando alle ultime informazioni, sono in via di completamento e a breve l’emergenza dovrebbe rientrare, a meno di imprevisti.