Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Corsa contro il tempo per gli operai ex Gam: sindacati in pressing per l’incontro al Ministero

Hanno lasciato il palazzo del Governo dopo le assicurazioni del prefetto Maria Guia Federico e il suo impegno ad inviare al più presto al Ministero dello Sviluppo Economico e al Ministero del Lavoro la missiva per chiedere la convocazione urgente di un vertice sulla vertenza Gam. I sindacati sono cautamente ottimisti al termine della riunione di questa mattina (5 settembre).

In piazza Pepe il sit-in degli operai, le cui speranze sono ridotte al lumicino.  A portare loro la solidarietà l’onorevole M5S Antonio Federico, il consigliere regionale di centrodestra nonchè ex governatore Michele Iorio e l’esponente pentastellato Andrea Greco, assieme al vescovo di Campobasso Giancarlo Bregantini che sta seguendo in prima persona la vicenda.

Federico Greco Iorio

Al Prefetto Fai Cisl, Flai Cgil Molise e Uila-Uil hanno consegnato un documento in cui hanno ribadito ancora una volta le preoccupazioni per un’emergenza occupazionale che coinvolge 260 operai. “A differenza di altre che interessano il territorio, questa vertenza sembrava poter giungere ad una conclusione positiva per la manifestazione di interesse e il conseguente Contratto di sviluppo che prevedeva un investimento di oltre 40 milioni di euro da parte di un gruppo imprenditoriale solido e strutturato sul mercato nazionale ed internazionale, Avicola Vicentina del gruppo Amadori, leader nel settore avicolo, che poteva rappresentare il rilancio della filiera avicola nel territorio di Bojano all’interno dell’area di crisi complessa”, le argomentazioni dei sindacalisti Raffaele de Simone, Florinda di Giacomo e Raffaele Primiani.

L’incontro al Ministero dello sviluppo economico sarà una sorta di bivio per una vertenza che si trascina da anni: “Sarà fondamentale – hanno ribadito i sindacati – chiarire le intenzioni del gruppo imprenditoriale, se ci sono ancora le condizioni per investire in Molise e nella filiera avicola per non sciupare un importante investimento industriale che potrebbe rappresentare un pezzo di rilancio economico e produttivo del nostro territorio”.

Attualmente il futuro della Gam è grigio. Ma potrebbe diventare nero nel momento in cui scadrà la cassa integrazione straordinaria agli operai senza che siano stati presi provvedimenti. “Si determinerebbe l’ennesima emergenza sociale”, hanno sottolineato i sindacati.

Da qui la richiesta al prefetto di sollecitare la convocazione urgente presso il Ministero dello Sviluppo Economico. E quando l’incontro sarà fissato, gli operai ‘assedieranno’ il palazzo raggiungendo la capitale a bordo di pullman che i sindacati stanno organizzando.