Concorso fotografico Tony Vaccaro: Daniele Di Lelio vince grazie ad uno scatto di ruralità molisana

Daniele Di Lelio, 36enne di Monterotondo, si aggiudica l’edizione 2019 del concorso fotografico dedicato a Tony Vaccaro. Dipendente di un’azienda privata ed appassionato di fotografia, è arrivato alla premiazione in bicicletta. Un impegno non da poco e che, già da solo, avrebbe meritato un premio. I giurati, però, non sapevano che quello scatto, così pregnante di ruralità e sostenibilità molisana, fosse suo.

Un’immagine semplice ma così ricca di significato: un gruppo di pecore in movimento, colto in un gioco di luci sapientemente gestito ed immortalato, è stato il soggetto scelto dal vincitore che, come gli altri, in questi giorni di workshop, guidato dalle indicazioni e le nozioni dei docenti, è andato in giro per il Molise alla ricerca del suo scatto vincente.

premio-tony-vaccaro-157841

Fortemente significative e di premiata qualità le altre fotografie selezionate dalla giuria composta dai professionisti del settore Daria Scolamacchia, Angela Gennaro e Andrea Rosa: il secondo premio andato a Federico Elia di Giaveno di Torino che si aggiudica anche il premio speciale ‘Carolina Eremita e Nicola Giannotti’, il terzo è stato conquistato da Roberta Amigo di La Spezia.

Chiusura alla grande per il team de ‘I Viaggi dell’Origano’, la startup bonefrana che da qualche anno lavora ad un progetto di incoming sul territorio, appoggiata in questa bella avventura dal Comune di Bonefro di cui erano presenti il sindaco Nicola Montagano e l’assessore alla cultura Carmen Lalli. che ha seguito i lavori passo dopo passo. Tre giorni di contenuti, di incontri, di viaggi tra le eccellenze del Molise, di cucina tipica, di Tintilia e di tanta amicizia con relativo divertimento.

Soddisfatto il direttore didattico dell’evento Paolo Santalucia, giornalista e video-maker dell’Associated Press, e i tre docenti Pierpaolo Cito, Massimo Di Nonno e Pietro Masturzo. Tutti corrispondenti di grandi testate o professionisti da forti esperienze editoriali che hanno trasferito a tutti i partecipanti non solo nozioni ed informazioni ma anche tutta la loro passione e la loro sensibilità.