Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Autovelox sulla statale 16: “Verbali senza segnale dove il limite è 50 km/h”

Il comitato Pro Trignina segnala la presenza del dispositivo mobile utilizzato dalla Polizia Municipale di Montenero. "Nessun avviso avverte gli automobilisti"

Un autovelox mobile posizionato dalla Polizia Municipale di Montenero di Bisaccia in questi giorni starebbe facendo verbali a raffica sulla statale 16. Lo segnala il comitato Pro Trignina che parla di posizionamento illegale.

In particolare si tratta dell’autovelox modello Velomatic 512D che è stato visto funzionante al chilometro 525+410 della strada statale 16 in direzione Sud, quindi nei pressi dell’ingresso al centro commerciale ‘Costa Verde’, davanti alla marina di Montenero.

“Le proteste giunte alla nostra associazione sono molteplici e di vario genere sia perché – afferma il comitato -, come testimoniato da diversi automobilisti, non era presente sulla SS 16 nessun segnale di avviso del controllo elettronico e da come ci è stato riferito nemmeno la macchina della Polizia Municipale era presente”.

Il presidente Antonio Turdò si rivolge alla Prefettura di Campobasso e alla Polizia stradale per ricordare che “già in altre occasioni persino con sopralluoghi fatti direttamente dall’ufficio di Presidenza della nostra associazione abbiamo rilevato che l’autovelox veniva mimetizzato dentro l’auto, comportamento con evidente e profonda illegalità”.

autovelox statale 16

Ciò che vogliamo anche far rilevare in questo comunicato è che il controllo elettronico viene realizzato nel punto dove il limite di velocità è 50 km/h, che noi riteniamo incongruo al livello stradario ed al tasso di antropizzazione esistente e appena dopo circa 60 metri il limite passa a 70. Se non è un atteggiamento per fare cassa, ditelo voi cosa è questo comportamento”.

Quindi l’invito alla “locale Polizia Municipale del Comune di Montenero di attenersi alla legge ed alla direttiva Minniti e Maroni prima e di fare il servizio autovelox così come previsto dalla legge. Invitiamo gli automobilisti che passano con la pattuglia in servizio a chiamarci e fare foto e video che dimostrano e certificano la profonda illegalità della postazione”.