Agricoltura, primo vertice tra ministro Bellanova e assessori regionali: “Ecco le priorità”

Le priorità e gli obiettivi del Governo al centro del primo incontro tra gli assessori regionali, fra cui anche Nicola Cavaliere, e il neo ministro delle Politiche agricole Teresa Bellanova.

Il vertice con l’esponente del governo Conte, che ha visto anche la presenza del sottosegretario Giuseppe L’Abbate, è avvenuto presso la sede del ministero ed è servito a fare il punto su una serie di tematiche importanti per il settore.

“Il ministro Bellanova – ha sottolineato Cavaliere a margine della riunione – ha ammesso che l’agricoltura in Italia vive un momento di grave difficoltà e sofferenza e che solo attraverso una forte collaborazione tra istituzioni è possibile affrontare le tante criticità”.

“Ho apprezzato – ha proseguito – molto il suo stile: schietto, diretto ed efficace: senza troppi fronzoli e formalismi si è confrontata con i rappresentati regionali, introducendo subito un nuovo metodo di incontro a cadenza mensile, in modo da poter discutere adeguatamente delle varie problematiche legate ai territori”.

In questa prima riunione, gli assessori hanno accesso i riflettori su varie priorità, tra cui la salvaguardia dei fondi europei, scongiurando tagli che si rivelerebbero fatali, e poi su una serie di emergenze che vede spiccare quella ormai nota dei cinghiali, senza dimenticare la questione relativa ai prezzi del comparto cerealicolo e ortofrutticolo, le criticità nel settore pesca, l’invasione della cimice asiatica, che per ora coinvolge il Nord ma rischia di toccare l’intero Paese.

“Il ministro – ha aggiunto Cavaliere – ha più volte posto l’accento sul valore istituzionale del suo ruolo, perché non conta il colore politico ma raggiungere insieme gli obiettivi nell’interesse di tutti, con le regioni che tornano finalmente al centro della programmazione dell’agricoltura in Italia”.

“Mi trovo – ha concluso l’assessore regionale – ovviamente in piena sintonia con le parole del ministro e sono felice di poter lavorare con lei, affinché questa nuova stagione possa presto portare concreti benefici al Molise”.