Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Viaggio nelle musiche emozionanti del cinema, acclamato concerto nell’incantevole Anfiteatro flavio foto

Un viaggio nelle emozioni, così è stato presentato in apertura di serata il concerto dell’orchestra The Ecstasy of gold nello splendido scenario dell’Anfiteatro romano di Larino.

concerto anfiteatro larino

Ed è stato proprio così per i tanti presenti che ieri, 19 agosto, hanno assistito ad un’esibizione particolarmente suggestiva in un luogo ameno e incantevole. L’orchestra di 11 elementi ha fatto risuonare le note di alcune delle più belle colonne sonore del cinema. Melodie che sono entrate nella memoria di tutti noi e che non smettono mai di emozionare.

Prima dell’esibizione musicale, il Sindaco Pino Puchetti ha voluto sottolineare l’impegno della sua Amministrazione per valorizzare ulteriormente un luogo di estremo pregio e di sconfinata bellezza qual è l’Anfiteatro flavio. Lo stesso direttore d’orchestra, l’isernino Francesco Cipullo, ha rimarcato come raramente ci si trovi ad esibirsi in luoghi così belli.

concerto anfiteatro larino

Note d’autore sotto le stelle, così è stato pubblicizzato l’evento e così è stato. Una serata al chiaro di luna con i brani di compositori d’eccellenza. Il primo, su tutti, e richiamato già nel nome del complesso: Ennio Morricone. Eseguite con maestria ed eleganza alcune delle sue celebri composizioni per il cinema: Deborah’s Theme di C’era una volta in America, L’estasi dell’oro del western di Sergio Leone Il buono, il brutto e il cattivo e, ancora, Nuovo Cinema Paradiso e C’era una volta il West. A chiudere il fenomenale repertorio, la sognante Gabriel’s oboe del film Mission del 1986.

Non poteva mancare un altro poeta italiano: il maestro Nicola Piovani che ha composto i temi di capolavori quali La vita è bella. Tutti nel pubblico hanno riconosciuto Beautiful that way e Buongiorno Principessa.

Atmosfera surreale quando nel teatro si è sentita la melodia di Luis Bacalov composta per il film Il Postino. Momenti sognanti anche con Memory e Titanic.

concerto anfiteatro larino

Un’orchestra composta da 11 eccellenti musicisti in evidente sintonia: Iliana Di Menna al pianoforte, Michele Milano alla batteria, Francesco Coia al basso elettrico, Andrea Santangelo al flauto, Irene Apollonio all’oboe. E poi gli archi con i violini di Giuseppe Rossi e Marco Musco, la viola di Antonio Varanese e il violoncello di Tiziano Baranello. Infine c’era lei, la voce armoniosa e potente che ha accompagnato molti dei brani eseguiti: il soprano Federica D’Antonino. Il tutto diretto alla perfezione dal maestro Cipullo che si è esibito insieme agli altri con il suo strumento, la tastiera, per un impetuoso e coinvolgente brano tratto da I Pirati dei Caraibi.

Le musiche del compositore tedesco Hans Zimmer sono state infatti altre protagoniste della magica serata, con le colonne sonore di film come Pearl Harbor, Il Pirata dei Caraibi, appunto, e Il gladiatore, sulle cui note l’orchestra ha salutato il pubblico prima di un ultimo, acclamato, bis. Morricone naturalmente.

concerto anfiteatro larino