Si rompe una condotta, acqua a singhiozzo. Ma alla Costa Verde flusso dall’Abruzzo

Disagi in paese per un guasto improvviso che sta creando problemi soprattutto a chi non ha l'autoclave in casa. Al riparo da carenze idriche la zona della Marina

Primi disagi nel pomeriggio di oggi, martedì 13 agosto, a Montenero di Bisaccia, dove una rottura di una condotta idrica ha provocato la momentanea interruzione del flusso di acqua in entrata.

“Si avvisa che è stata sospesa l’erogazione del flusso idrico per una improvvisa rottura della condotta. Sono in fase di valutazione i tempi per la riparazione” così nella tarda mattinata di oggi il Comune di Montenero di Bisaccia aveva avvisato i cittadini via Whatsapp.

Disagio limitato per le tante famiglie che negli anni si sono dotate di autoclave in casa e riescono comunque ad aver una erogazione regolare d’acqua.

Chi invece non ce l’ha è costretto ad arrangiarsi con acqua a singhiozzo e rubinetti a secco. Disagio che aumenta col passare delle ore a causa del gran caldo di oggi e soprattutto della grande richiesta d’acqua, visto che sono i giorni di maggiore afflusso di turisti ed emigranti di ritorno in paese.

Ma mentre in paese il problema è avvertito più frequentemente, alla Marina di Montenero tutto procede per il meglio. Questo perché per ovviare alle problematiche degli anni precedenti, quando l’acquedotto comunale aveva dato molti problemi in quella zona, da alcuni mesi la Costa Verde è rifornita d’acqua dal vicino Abruzzo.

Un accordo che sta evitando carenze idriche e ulteriori disagi nel punto più turistico di Montenero.

Intanto la grande richiesta d’acqua potrebbe comportare delle chiusure notturne non solo a Montenero, ma anche in altri centri del Basso Molise. A Petacciato infatti, vista la differenza in negativo fra flusso in entrata e flusso in uscita, nella notte fra il 13 e il 14 agosto si prevede la chiusura dell’erogazione così da garantire una ricarica decisiva del serbatoio per far fronte alla grande richiesta dei giorni a cavallo di Ferragosto.