Rock ed energia elettrizzanti: Irene Grandi chiude col botto la festività patronale foto

Un grande concerto ha chiuso i festeggiamenti per il San Basso 2019. Piazzale del porto di Termoli gremito per una superlativa Irene Grandi

Ieri sera 5 agosto si è conclusa la festività patronale di Termoli col concerto di Irene Grandi. Era prevista un’affluenza di pubblico enorme e così è stato. Un colpo d’occhio che non è sfuggito alla grintosa cantante fiorentina durante i ringraziamenti finali. La città di Termoli può ritenersi soddisfatta dell’intero andamento delle festività del Santo patrono iniziate già dal 31 luglio con l’esibizione di alcune band locali prima di cedere il palco alla rocker toscana.

Irene Grandi a Termoli

Eh già, il rock. Un genere da sempre amato dalle grandi masse che sembra essere giunto ad una fase di stallo. Eccezion fatta per Vasco Rossi, è diventato un compito arduo riempire stadi e arene. Nuove tendenze musicali proliferano in particolar modo presso i giovanissimi. Nonostante ciò le ultime due serate della festività a Termoli hanno dimostrato che il rock è ancora troppo giovane per morire.

La sera del 4 agosto si sono esibiti i Sound Zero, band molisana formata da ragazzi con grande chiarezza di intenti. Specializzati principalmente nelle cover di pezzi storici di Queen, Guns n’ Roses , Bon Jovi, Litifiba e Negrita, i giovani molisani hanno saputo catturare l’attenzione dei presenti con esecuzioni esemplari delle loro cover e di alcuni pezzi propri. Non poteva che essere un gruppo rock a lasciare il palco ad Irene Grandi.

La sera successiva poco dopo le 22 la cantante è salita sul palco di fronte a un piazzale del porto gremito come mai era accaduto negli ultimi anni. Irene Grandi, 50 anni il prossimo 6 dicembre, ha infiammato da subito gli spettatori con la sua musica, un autentico mix di grinta ed energia.

Irene Grandi a Termoli

Bellissima e sorridente proprio come 25 anni fa quando iniziò la sua carriera la cantante tira fuori uno dopo l’altro tutti i suoi principali cavalli di battaglia. “Accesa”, “I passi dell’amore” e “La cometa di Halley” aprono il concerto. I minuti passano e Irene Grandi si scatena mettendo in mostra una forma fisica e vocale invidiabile. Il pubblico è quello delle migliori occasioni. I pezzi che hanno reso celebre Irene Grandi vengono eseguiti uno dopo l’altro senza alcuna pausa. “Che vita è”, “TVB” e la splendida “Se mi vuoi”, interpretata in passato col compianto Pino Daniele commuovono la cantante toscana che mentre interpreta la canzone, complice un video di tanti anni fa proiettato sui maxischermi in cui si esibiva con Pino Daniele, si lascia scappare una lacrima.

Dopo questa parentesi la grinta torna a farla da padrona: la cover di Loredana Bertè “Cosa ti aspetti da me” e le celebri  “Bruci la città” e “Bum Bum” chiudono la prima parte dello show.

Passano pochi minuti e la cantante torna sul palco per il gran finale. ”La tua ragazza sempre” e “In vacanza da una vita” fanno scatenare i presenti. La cover di Mina “Mi sei scoppiato dentro al cuore” e “Lasciala andare” chiudono la serata fra gli applausi del pubblico e i ringraziamenti della cantante visibilmente emozionata per l’accoglienza riservatale da Termoli.

La serata è stata un vero e proprio trionfo. Irene Grandi è una rocker di razza, grintosa, energica e capace di parlare al pubblico con naturalezza e sincerità. Alla soglia dei 50 anni, la metà dei quali trascorsi nel mondo della musica, la cantautrice fiorentina dimostra di essere perfettamente a proprio agio sul palco. Il popolo termolese dal canto suo ha risposto con grande partecipazione e coinvolgimento alla serata.

Il pubblico, “tra una discesa e una salita” torna a casa consapevole di aver trascorso una serata di eccellente musica dal vivo. L’affluenza è stata ingente: Termoli merita grandi eventi live e la serata di ieri non può che essere un nuovo inizio per la cittadina adriatica.

Questa la scaletta della serata: Accesa, I passi dell’amore, La cometa di Halley, Alle porte del sogno, Lontano da me, Un vento senza nome, Sono come tu mi vuoi, Che vita è, Non resisto, TVB, Se mi vuoi, Un motivo maledetto, Quel raggio nella notte, Prima di partire per un lungo viaggio, I Would Like to Take You on a Journey feat. Pastis e Samantha Cristoforetti, Cosa ti aspetti da me – cover Loredana Bertè, Bruci la città, Bum bum, poi il Bis con La tua ragazza sempre, In vacanza da una vita e Mi sei scoppiato dentro.

Più informazioni su