Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Pene più severe per gli ultras, striscione di protesta contro Salvini

"Con i decreti ci vuoi fermare, ma la fede non la puoi arrestare… Salvini giullare!”: questa la frase apparsa sullo striscione della Curva Nord Campobasso affisso questa mattina sul sovrappasso del terminal di via Vico e poi rimosso.

Nuova protesta a Campobasso contro Matteo Salvini, ministro degli Interni fino a pochi giorni fa, ossia prima che iniziasse la crisi di governo. Nella città che qualche mese fa si è ‘ribellata’ alla visita del leader del Carroccio, questa volta contesta il decreto sicurezza bis (approvato in Parlamento da Lega e Movimento 5 Stelle) con uno striscione affisso questa mattina – 24 agosto – sul sovrappasso giallo che sovrasta il terminal degli autobus di via Vico.

“Con i decreti ci vuoi fermare, ma la fede non la puoi arrestare… Salvini giullare!”: la frase firmata da CNCB, cioè Curva Nord Campobasso.

Oltre a prevedere una stretta sull’immigrazione clandestina, il decreto sicurezza bis (‘Disposizioni urgenti in materia di contrasto all’immigrazione illegale e di ordine e sicurezza pubblica’) prevede pene più severe  per chi provoca disordini in occasione di eventi sportivi o manifestazioni. Inoltre è prevista la reclusione da 1 a 4 anni per chiunque, nel corso delle stesse manifestazioni, lancia o utilizza illegittimamente razzi, petardi, fumogeni o altri oggetti contundenti. 

Misure più dure per i bagarini, anche on line. Daspo più duro per gli ultras recidivi e maggiori tutele per gli arbitri, anche e soprattutto nelle partite delle categorie minori.

Lo striscione è stato poi rimosso in serata.