Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Oltre 20mila persone in crisi idrica, ancora acqua a singhiozzo. Si lavora alle pompe, soluzione vicina

Dopo la smentita alla soluzione del guasto e la chiusura notturna, sembra che il problema sia stato finalmente risolto nella tarda mattinata di oggi, 24 oggi: il flusso sta tornando regolare. Montenero completamente a secco da ieri, dopo una fase di acqua a intermittenza. Poche ore di erogazione a Petacciato, Guglionesi e San Giacomo, dove i serbatoi stentano a rialzarsi di livello. Il problema è stato riscontrato alla pompa di sollevamento dell'impianto di Guglionesi.

Ancora una notte di rubinetti a secco, e una mattinata – quella di oggi 24 agosto – iniziata male, con la comunicazione da parte di Molise Acque che il guasto alle pompe di sollevamento dell’impianto di Guglionesi non era stato risolto. Ma intorno alle 11 e 30 una comunicazione più rassicurante da parte del gestore regionale del servizio idrico: la riparazione del guasto sembra vicina. Carlo Tatti, ingegnere di Molise Acque, ha infatti garantito ai sindaci dei 4 centri interessati dal disservizio (Guglionesi, Petacciato, San Giacomo e Montenero) di essere riusciti a ripartire con il sollevamento e che “il flusso idrico sta viaggiando regolarmente, ora si attendono i tempi necessari alla regolarizzazione”. 

Una buona notizia, quella che la gente aspettava dopo tre giorni di disagio durante i quali è cresciuta la rabbia aumenta, con cittadini infuriati e sindaci bersaglio del malcontento che impazza tra social e vita “reale”. Rischio di attività semi-paralizzate nel fine settimana, quando il lavoro di ristoranti e bar cresce in maniera esponenziale. Il problema è l’emergenza idrica che da tre giorni sta interessando 4 Comuni bassomolisani, tra i più popolosi peraltro.

Petacciato, Guglionesi, Montenero di Bisaccia e San Giacomo degli Schiavoni hanno registrato anche oggi, sabato 24 agosto, una riduzione del flusso idrico tra il 50 e il 70%. Con la presenza di turisti ed emigrati rientrati in paese per il mese di vacanza, la dotazione idrica è assolutamente insufficiente per la popolazione.

Oltre 20mila le persone coinvolte dal disservizio, addebitabile alla rottura della elettropompa dell’impianto di Guglionesi che rifornisce, a cascata, anche gli altri.

I tecnici incaricati da Molise Acque, ente gestore del servizio, non sono riusciti a riparare l’elettropompa malgrado ieri pomeriggio fosse circolata la notizia che la soluzione del problema era vicina. Purtroppo così non è stato, come questa mattina i sindaci hanno appreso, loro malgrado. ma in mattinata sono arrivate le garanzie che la soluzione è vicina, e forse si eviterà la chiusura serale e notturna oggi.

C’è chi, come il sindaco di Petacciato Roberto Di Pardo, chiede tempi certi per la soluzione di un problema che, afferma, “sta facendo scappare i turisti. Non si può andare avanti così”.

L‘acqua è tornata per qualche ora questa mattina ma il livello del serbatoio, con la differenza di metri cubi in entrata e in uscita, non consente di tenere ulteriormente aperti i rubinetti.

A Montenero di Bisaccia la situazione più grave: qui il flusso è completamente bloccato. Acqua chiusa durante la notte e non riaperta questa mattina, perché la situazione non lo consente.