MoliseCinema, la terza giornata ospita David Riondino e lo scrittore Giannubilo

Terza giornata di festival, giovedì 8 agosto, per MoliseCinema. Protagonista sarà David Riondino con lo spettacolo “Triglie, principesse, alpini e altre storie da cinema”, cronache cantate dell’Italia più o meno contemporanea.

Riondino è una delle figure più poliedriche dello spettacolo italiano e in questo live esilarante e raffinato presenta racconti in versi, canzoni e parodie. Un viaggio ironico e acuto nell’Italia contemporanea in cui scoprire l’ennesima storia da cinema.

A seguire Michela Occhipinti, regista di Il Corpo Della Sposa – Flesh Out, presenterà il film in Arena alle 22 per la sezione in concorso “Paesi in lungo”. Al centro della storia Verida, ragazza mauritana costretta a ingrassare prima del matrimonio dopo che i genitori hanno siglato un accordo matrimoniale con un uomo che lei non conosce.

film Il corpo della sposa

Il film sarà preceduto in Arena alle 20.45 dove, per la sezione Frontiere Concorso doc, alle 18.30 al Cine-Teatro sarà presentato “Questo è mio fratello” di Marco Leopardi a cui seguirà l’incontro con il protagonista Massimo Leopardi. Lui ha cinquantaquattro anni e ha sempre ripreso in video ogni singolo momento della propria vita, fin da quando era ragazzo. La sua telecamera lo ha accompagnato ovunque, dai momenti più esaltanti a quelli più disperati.

In Arena piccola alle 21 il Focus Albania prevede la proiezione del corto Atila e alle 21.15, per il Focus Adriatico, quella di Il mare che unisce di Cristiana Grilli, dedicato alle comunità arbereshe e croata del Molise.

La giornata di festival prevede una serie di interessanti appuntamenti che avranno inizio fin dalla mattina. Alle 11 al Cinema-Teatro per Alba special, l’omaggio ad Alba Rohrwacher con la proiezione de La solitudine dei numeri primi, di Saverio Costanzo, il film che vede protagonista Alba Rohrwacher e Luca Marinelli, tratto dall’omonimo romanzo di Paolo Giordano.

Alle 16.30, sempre al Cine-Teatro, per Girare il Molise Lab. Ci sarà Moliseless, il corto di Alessandro Monacchia.

A partire dalla 17 per Paesi in corto. Concorso corti internazionali. ci saranno Snijeg za Vodu/Snow for Water di Christopher Villiers, targato Bosnia Erzegovina/UK, dalla Serbia arriva Untravel di Ana Nedeljković e Nikola Majdak Jr.,  dalla Spagna Mujer sin hijo, di Eva Saiz López, The Van di Erenik Beqiri di origine francp-albanese e dalla Svizzera Selfies di Claudius Gentinetta.

Alle 18 per MemoriaVite di IMI., lo slideshow di Lucia Baldini a cui interverrà Michele Montagano, classe 1921, internato nei lager nazisti nel 1944, che ha raccontato la sua esperienza ai limiti della sopravvivenza. Un momento di memoria comune e condivisa.

La mattina al CineCaradonio a partire dalle 11.30 il Workshop Masterclass di Renato Chiocca: “Scrivere la realtà”. Mentre per gli interessati alla gastronomia dalle 18 alle 21 un incontro-degustazione intorno ad api, birre e formaggi.

Per la Terrazza dei libri al Bar centrale alle 19.30 la presentazione de Il risolutore, di Pier Paolo Giannubilo (Rizzoli editore, 2019). Con l’autore ne parla Adelchi Battista.

La giornata di festival prosegue in Arena alle 20.30 con la consegna del Premio “Armida Miserere” che sarà consegnato a Lorenzo Ponte.

La serata terminerà alle 23 al Cine Bistrot con il live Lapingra in concerto.