Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Mimmo Pellegrino ricordato sul ‘suo’ tratturo. A Pescolanciano trekking e spettacoli

L'evento per ricordare il politico isernino scomparso a febbraio, uomo e amministratore di grande sensibilità nonché medico esemplare

Non poteva che essere il tratturo il teatro naturale del primo Memorial dedicato a Mimmo Pellegrino, attraverso un articolato evento organizzato a Pescolanciano il giorno 6 agosto, martedì. E’ in effetti il modo migliore per ricordare il politico isernino scomparso a febbraio, uomo e amministratore di grande sensibilità nonché medico esemplare, che tanto ha fatto per le grandi ‘vie verdi’ molisane.

Ideatore dell’iniziativa, con il supporto dell’amministrazione comunale di Pescolanciano, è il narratore e regista Pierluigi Giorgio che ha pensato di far confluire due cammini sui tratturi che costeggiano il paese del castello D’Alessandro.

Pescolanciano Manolo Sacco

Primo trekking, con lo stesso Giorgio alla guida, in partenza alle 14.30, percorso Roccasicura-Pescolanciano sul tratturo Castel di Sangro-Lucera; seconda escursione organizzata da Cammina Molise sul percorso Civitanova del Sannio-Pescolanciano.

L’evento è stato presentato ieri sera, giovedì 1 agosto, nella sala consiliare, alla presenza di Giorgio, del sindaco Manolo Sacco, dei familiari di Pellegrino e di altre autorità. Giorgio ha parlato della sua lunga amicizia con Pellegrino, al quale ha dedicato anche un pensiero scritto su una tavola di legno immersa nella natura: “Con il tratturo nel cuore (questo il titolo dell’iniziativa). A Mimmo Pellegrino che amò e operò per la salvaguardia e cura del territorio”.

I due cammini del 6 agosto arriveranno contemporaneamente a Pescolanciano. Nel pomeriggio sarà inaugurato anche il murales di Jump “Con il tratturo nel cuore” ed è programmata una visita al fantastico castello.

Infine alle 20, in piazza Garibaldi, la conclusione in crescendo: video servizio della Rai del 1986 “Signori, c’è un uomo sul tratturo” di Renato Pistilli; recital, spettacolo di parola, musiche e canto, con Alessia D’Alessandro e Giorgio Lombardi che accompagneranno Pierluigi Giorgio; e “Faraone canta Faraone” con Camillo Faraone, nel ricordo del grande Benito.