Va in ospedale con dolori al petto ma viene dimesso. Dopo qualche ora il malore fatale: autopsia sul 38enne

La tragedia si è consumata in pronto soccorso al San Timoteo. La famiglia di A.D.V. di Campomarino ha presentato denuncia, attesa per l'esame autoptico

Sarebbe già stato in ospedale ieri 13 agosto con forti dolori al petto ma dopo una visita in pronto soccorso sarebbe stato rimandato a casa. Anche per questo, dopo la tragedia avvenuta nella tarda mattinata di oggi 14 agosto che ha visto la morte improvvisa del trentottenne di Campomarino A. D. V., la famiglia ha chiesto l’autopsia presentando denuncia ai Carabinieri che dovranno far luce sul malore e le tragiche conseguenze.

Esame autoptico che peraltro è stato richiesto anche dal reparto di primo intervento del nosocomio di viale San Francesco, che intende vederci chiaro sul decesso dell’uomo morto per la probabile rottura dell’aorta addominale in seguito a un arresto cardiaco.

A quanto sembra l’uomo che non soffriva di problemi cardiaci aveva accusato già un malore nella giornata di ieri, ma dopo essere stato visitato era stato dimesso in poche ore. Stamane un altro mancamento ancora più grave.

L’uomo sarebbe arrivato in Pronto soccorso già in condizioni gravi e avrebbe subito un arresto cardiaco per il quale i medici del pronto soccorso hanno fatto l’impossibile per salvarlo. Poco dopo però le cose sono precipitate, con un probabile aneurisma dell’aorta addominale che ha colpito l’uomo e non gli ha lasciato scampo togliendolo all’affetto dei familiari ad appena 38 anni.

Una morte che ha scioccato la comunità di Campomarino e che ha gettato nello sconforto la famiglia dell’uomo, ora vogliosa di verità e giustizia. L’autopsia sulla salma trasferita nell’obitorio del San Timoteo si dovrebbe svolgere nei prossimi giorni.

Sul caso stanno indagando i Carabinieri della Compagnia di Termoli mentre la Procura della Repubblica di Larino ha aperto un fascicolo sulla vicenda sequestrando la cartella clinica e la documentazione sanitaria per capire se ci sono eventuali responsabilità di tipo penale, stabilendo se si sia trattato di un caso di malasanità o se invece è stata una tragica fatalità.