Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

L’arte di strada a Castel del Giudice: torna la rassegna internazionale “Buskers Festival”

Il 17 e il 18 agosto a Castel del Giudice si terrà la quarta edizione del “Buskers Festival”, la rassegna internazionale dell’arte di strada del Molise. Artisti professionisti saranno pronti a stupire il pubblico, trasformando il borgo in un mondo incantato, con spettacoli, acrobazie e concerti. La manifestazione è organizzata dal Comune e dalla Pro Loco di Castel del Giudice e rientra nel progetto “Turismo è Cultura” dell’assessorato al turismo della Regione Molise.

Dalle 16 CaiMercati, un gruppo di artigiani ed educatori che costruiscono giocattoli con legno e materiali poveri, regalerà ai bambini uno spazio per giocare e socializzare, facendo emergere le proprie abilità.

Alle 18 aprirà l’area street food, quest’anno più ricca che mai, con tanti food truck provenienti da Molise e Abruzzo: panini e hamburger a base di prodotti molisani, arrosticini, ricette al baccalà, arancini siciliani preparati con ingredienti della nostra regione, piatti vegetariani e biologici, pietanze al farro, scroppelle dolci e salate, crepes e tanti squisiti menù.

Alle 20, tra le strade e le piazze del borgo, inizieranno gli spettacoli artistici, che animeranno le strade e coinvolgeranno il pubblico, segnando un tragitto dal cuore del paese alla terrazza panoramica dell’albergo Borgotufi. Molti gli artisti ospitati, anche di fama nazionale, che con la loro fantasia porteranno un po’ di colore all’interno della cittadina.

buskers festival castel del giudice

La compagnia Piccolo Nuovo Teatro porterà in scena due rappresentazioni: “Zoè”, spettacolo scenografico concepito come un racconto poetico con fuoco, trampoli e creature leggendarie, e “Parata White”, in cui i trampolieri diventano moderni ed eleganti angeli per coinvolgere il pubblico in un gioco di grande impatto visivo ed emotivo.

L’improvvisazione è di casa con gli Appiccicaticci, artisti/attori/registi che riescono a creare sul momento tanti personaggi diversi fra loro, da vivere sul momento e da abbandonare a fine serata. A Castel del Giudice presenteranno “De Niu’ Scio”, un’avventura incredibile che coinvolgerà l’universo del cinema, del teatro e della musica: storie d’amore, mondi fantastici, demenziali, ironici, fiabe rivisitate, Shakespeare inediti, film mai visti di Tarantino, Truffaut, Sergio Leone, Dario Argento, musical improponibili e tante sorprese.

Il divertimento è assicurato anche con Catastrofer, attore, umorista e artista di strada argentino, che al Castel del Giudice Buskers Festival presenterà “PUNCH!”, show comico originale, audace e pieno di malizia, un esilarante incontro di box che sferza risate ad ogni colpo.

Presente alla manifestazione anche Mister David, mago illusionista definito l’Houdinì del circo: stupiscono i suoi spettacoli, durante i quali riesce ad evadere da catene e manette in equilibrio su monocicli a grandi altezze, a manipolare carte, monete e corde, a fare magie con cappelli colorati, mescolando comicità, illusionismo, improvvisazione e imprese impossibili.

Tra le vie del borgo si potrà inoltre ammirare la mostra itinerante del fotografo Emanuele Scocchera, costituita da immagini che raccontano Castel del Giudice, tra le quali non mancano scatti catturati durante le precedenti edizioni del festival.

La festa esploderà infine con Zastava Orkestar, gruppo di musicisti provenienti dalle migliori orchestre dell’Alta Maremma, che portano in giro la musica della tradizione popolare balcanica reinterpretata – tra numeri di teatro e giocoleria – con grande passione e coinvolgimento.

La direzione artistica è affidata a Gigi Russo, direttore organizzativo del Ferrara Buskers Festival – la rassegna internazionale del musicista di strada più grande del mondo. Lo scorso anno è stata inserito dal Corriere della Sera tra i migliori undici festival italiani.

“Il festival sta crescendo nell’idea di far conoscere il nostro territorio, puntando sul turismo sostenibile. Vogliamo accogliere i visitatori con spettacoli di grande qualità e professionalità tra gli scorci più belli del paese e fare in modo che il festival sia occasione per esplorare l’Alto Molise e le meraviglie naturali che ci circondano – spiega il sindaco di Castel del Giudice Lino Gentile -. L’arte di strada è veicolo di turismo, di apertura alle culture del mondo e di un rapporto diretto e autentico con le persone”.

Il Festival è sostenuto da istituzioni e associazioni – come Legambiente Molise e la condotta Slow Food Alto Molise – e da aziende – tra cui Spinosa Costruzioni Generali Spa, che opera nelle costruzioni generali con competenze che vanno dalla realizzazione di edifici civili, al restauro e recupero di beni immobili sottoposti a tutela, infrastrutture a rete e stradali, opere strutturali speciali, impianti tecnologici, gallerie e viadotti. Rientra inoltre tra le iniziative del Piano del Cibo, che si occupa del sistema agroalimentare locale all’insegna dell’ecologia, della riduzione degli sprechi alimentari e dello sviluppo sostenibile, valorizzando le produzioni locali coltivate nel rispetto dell’ambiente.

Per i bambini, durante il festival e fino al primo settembre, ci sarà la Scuola nel Bosco, con attività e laboratori all’insegna del riciclo e della scoperta della natura.