Incidenti dimezzati sulla Bifernina: Polizia e rilevatori di velocità scoraggiano i pirati della strada

Positivo il bilancio stilato dalla Stradale dopo luglio e agosto, i mesi clou dell'esodo estivo: sedici gli incidenti rilevati a fronte dei 33 registrati nello stesso periodo del 2018. Diminuito anche il numero dei feriti - quest'anno ne sono stati quindici, l'anno scorso 55 - grazie anche all'utilizzo di telelaser e street controllo che hanno indotto gli automobilisti ad un atteggiamento più prudente alla guida.

Probabilmente è un dato che sorprende: a luglio e agosto, i mesi clou dell’esodo estivo verso la costa, gli incidenti sulla Bifernina sono diminuiti del 50%. Merito forse del pugno di ferro usato dalla Polizia contro i pirati della strada e contro quegli automobilisti che con sorpassi azzardati  e manovre al limite delle regole del codice della strada mettono in pericolo chi viaggia sulla statale 647, un collegamento fondamentale non solo dal Molise centrale verso la costa, ma una delle arterie più importanti della regione.

Una via solitamente ‘affollata’, utilizzata chi si sposta per motivi di lavoro e di studio, un’arteria percorsa dai vacanzieri che d’estate raggiungono le località del litorale molisano per godersi il mare. Tuttavia, il flusso di auto, bus e mezzi pesanti e la pericolosità di una strada che negli ultimi anni si è guadagnata l’appellativo di ‘killer’ e costellata di mazzi di fiori che ricordano chi ha perso la vita sull’asfalto non sempre scoraggiano gli spericolati.

Per questo è particolarmente importante il dimezzamento degli incidenti che emerge dal bilancio stilato dalla Polizia Stradale di Campobasso che, unitamente al Distaccamento Polizia Stradale di Termoli, in questi ultimi 60 giorni ha intensificato i controlli sulle principali strade della provincia ed in particolare sulla Bifernina interessata maggiormente dal traffico vacanziero.

“Tale attività di prevenzione – riconoscono anche dalla Stradale – ha dato i suoi frutti in quanto rispetto al medesimo periodo del 2018, gli incidenti stradali sono diminuiti del 50%  così come il numero delle persone rimaste coinvolte. Infatti, da luglio ad oggi, sono stati 16 gli incidenti rilevati, di cui uno mortale, e 13 quelli che hanno provocato in totale 15 feriti“. Diverso lo scenario della scorsa estate: “a luglio e agosto del 2018 gli incidenti sono stati 33 di cui uno mortale, mentre in 23 casi vi sono stati feriti, per un totale di 55 persone.

Questi dati incoraggianti sono il risultato anche dell’impegno degli uomini e delle donne della Polizia Stradale che durante il periodo estivo ancora in corso, sono stati impegnati tutti i giorni sulle principali arterie della nostra provincia, in una capillare ed intensa attività di prevenzione”.

Il maggior numero di pattuglie impegnate sulle strade in questi ultimi due mesi e in particolare durante i fine settimana, il personale in borghese e l’utilizzo di rilevatori di velocità hanno fatto da deterrente e indotto gli automobilisti ad assumere un atteggiamento più prudente alla guida.

La Stradale si è avvalsa in particolare del telelaser (rilevatore di velocità istantanea utilizzato per controllare la velocità dei veicoli in strada), di “Centri mobili di revisione”, grazie alla collaborazione di personale della Direzione Generale Territoriale di Bari del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e infine dello ‘street control’, un dispositivo in grado di elaborare ed indicare in tempo reale se un veicolo, in transito o in sosta, sia provvisto di copertura assicurativa e/o di revisione o sia oggetto di furto.

Tale attività continuerà anche nei prossimi giorni su tutto il territorio della provincia di Campobasso.

(foto archivio)