In fiamme autobus urbano, autista mette in salvo i passeggeri. A bordo anche un disabile fotogallery

Momenti di panico a Difesa Grande dove intorno alle 10 di oggi, 8 agosto, un mezzo della Gtm ha preso fuoco. L'autista ha visto il fumo uscire dal vano motore, è riuscito a far scendere i passeggeri, fra cui un ragazzo in sedia a rotelle, e ha provato a spegnere il rogo con l'estintore. Il veicolo è stato completamente divorato dalle fiamme. Sul posto i Vigili del Fuoco. Il bus è del 2005: all'origine del fuoco un cortocircuito

Mattinata di panico oggi 8 agosto a Colle Macchiuzzo, dove un autobus urbano della Gtm ha preso improvvisamente fuoco in via Cardarelli, la ex strada provinciale 111.

bus-fuoco-156204

L’autista del veicolo intorno alle ore 10 si è accorto del fumo che usciva dal vano motore e ha immediatamente accostato, facendo scendere dalla porta davanti le 6 persone a bordo, tra le quali un ragazzo disabile in sedia a rotelle con la mamma, provando poi a spegnere il principio di incendio con l’estintore in dotazione sul veicolo, che fa parte del parco degli autobus termolesi.

Impossibile, perché in pochi minuti le fiamme hanno avvolto completamente l’autobus, riducendolo a una carcassa carbonizzata. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Termoli che hanno domato l’incendio, ma del veicolo non resta più nulla, se non lo scheletro ridotto in cenere. Spaventati i passeggeri, che dal ciglio della strada insieme con il conducente hanno assistito al rogo accompagnato da una spessa nuvola di fumo, visibile da gran parte della cittadina.  “Non ho fatto nulla di eroico – ha commentato l’autista fermo davanti al mezzo ormai distrutto – solo ciò che dovevo, in verità bisogna ringraziare i vigili del fuoco che sono entrati quasi nelle fiamme per spegnere il fuoco quando noi ci siamo allontanati. Grazie a loro per il loro lavoro“.

A innescare le fiamme un corto circuito partito dal motore, che si trova nella parte posteriore dell’autobus. L’autista dallo specchietto retrovisore ha visto il fumo e ha immaginato il peggio, mettendo in salvo le persone che si trovavano sul veicolo e provando a spegnere le fiamme che nel frattempo cominciavano a propagarsi con l’estintore.

Ma si è rivelata un’operazione impossibile perché si è trattato di un incendio molto esteso che di fatto in brevissimo tempo ha avvolto completamente il mezzo. I vigili del fuoco del distaccamento di Termoli hanno lavorato fino a estinguere le fiamme, mentre resta il fumo acre che continua a sprigionarsi dai resti del veicolo, secondo le prime informazioni un mezzo abbastanza vecchio e usurato.

Sul posto anche una volante della polizia per chiudere la strada e impedire l’accesso alle auto. Il traffico ha subito in zona rallentamenti, mentre le circolari che hanno nel loro percorso anche via Cardarelli, sono state costrette a modificare il giro e a trovare strade alternative.

Non è la prima volta che un autobus prenda fuoco. In questo caso si è trattato della circolare numero 3 che effettua i trasporti urbani a Termoli. E’ un mezzo del 2005, a gasolio, che effettua il giro 3 tra il quartiere di Difesa grande e il centro.

I passeggeri sono stati portati via, mentre dopo il rogo è stata sgomberata l’area per la bonifica della strada. I rottami dell’autobus finiranno nel parco bus della società Larivera che si trova al Sinarca. Probabile che il mezzo venga posto sotto sequestro e che venga aperta una inchiesta. 

 

Più informazioni su